a cura di Redazione Automobilismo - 03 July 2018

Dodge Challenger 2019: la coupé si aggiorna e tocca quota 809 CV

Anche la Challenger, come già la Dodge Charger, si fregia del restyling 2019, introducendo non poche novità per tutte le versioni e gli allestimenti presenti a listino. Impressionante la SRT Hellcat Redeye che tocca quota 809 CV e 959 Nm.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/13

    Pubblicando le prime immagini, Dodge ha divulgato anche le informazioni ufficiali relative al model year 2019 della nuova Challenger. La nuova versione non sarà però un vero e proprio restyling ma più che altro un aggiornamento di tutte le versioni e gli allestimenti già attualmente presenti a listino. Rimarranno in toto gli allestimenti, seppur rivisti, e non mancherà l’intera schiera di propulsori con potenze fino ai 809 CV della più potente SRT Hellcat Redeye.

    3.6 litri V6 aspirato

    Le versioni R/T e la, neo introdotta, versione GT RWD con motori V6 Pentastar aspirati verranno aggiornate con l’introduzione del “Super Track Pack”: un pacchetto sportivo che apporterà di serie il cofano anteriore e lo splitter specifici, i paddles al volante e i sedili sportivi, l'assetto sportivo e i cerchi in lega da 20 pollici. I più esigenti potranno però optare anche per il pacchetto opzionale “Performance Handling Group”, un ulteriore upgrade che aggiungerà sulla GT l'impianto frenante Brembo e i cerchi in lega con canale da 9 pollici mentre sulla R/T l'assetto modificato con ammortizzatori Bilstein e il differenziale autobloccante.

    5.7 litri V8 aspirato

    Passando alle versioni R/T Scat si avranno di serie l’impianto frenante Brembo, il Line Lock, il Launch Control, il SRT Performance Pages e l’ampio cofano motore con generose prese d’aria a raffreddare il mastodontico V8 Hemi 392 aspirato da 485 CV. In opzione si potrà però optare per il kit Widebody con carreggiate allargate, alettoni maggiorati, assetto modificato con ammortizzatori a controllo elettronico e cerchi in lega con canale da 11 pollici.

    6.2 litri V8 volumetrico

    Se ciò non dovesse bastare si potrà rivolgere l’attenzione alle versioni SRT Hellcat e SRT Hellcat Redeye. Anche questi due allestimenti, dotati del motore V8 Hemi da 6.2 litri con compressore volumetrico, sono stati adeguatamente rivisitati e guadagnano ora il kit Widebody che le impreziosisce di , cerchi forgiati da 20 pollici e freni Brembo potenziati, molle e ammortizzatori specifici e carreggiate allargate di ben 9 centimetri. Queste due versioni sono le più prestazionali mai prodotte da Dodge e se la Hellcat ferma l’ago della bilancia a quota 727 CV e 889 Nm, la Redeye fa registrare la spaventosa potenza di 809 CV e 959 Nm, per un tempo accreditato sul quarto di miglio (circa 400 metri) di 11,2 secondi per la prima (con cambio automatico a 8 rapporti o manuale a 6 rapporti) e di 10,8 secondi per la seconda (con solo cambio automatico a 8 rapporti).

    Diavolerie meccaniche

    La Redeye, accreditata di una velocità massima di 325 km/h, offre di serie il Line Lock, il Launch Assist, il Torque Reserve, il Power Chiller e l'After-Run Chiller. Se però i primi tre dispositivi sono delegati alla partenza da fermo, il quarto serve ad abbassare la temperatura dell’aria immessa nei condotti di aspirazione sfruttando l’impianto di climatizzazione mentre l’ultimo serve a raffreddare il volumetrico dopo lo spegnimento della vettura. Dispositivi molto utili quando si ha a che fare con un “gioiellino” che per erogare tutta quella potenza e coppia ha ricevuto in dono un cofano motore con doppio snorkel, l’Air Catcher e la presa d’aria sul passaruota (+18% il volume d'aria), un limitatore spostato a 6.500 giri/min, un compressore volumetrico da 2,7 litri e pompe del carburante a doppio stadio. Senza contare i 5,4 litri al minuto di carburante che la muscle car si ingurgita a piena potenza!

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime