a cura di Redazione Automobilismo - 31 October 2018

Toyota Supra: svelati nuovi dettagli

Durante una gara di endurance del campionato tedesco VLN sul famosissimo circuito del Nurburgring sono stati svelati alcuni dettagli inediti della nuova Toyota Supra come l’abitacolo e gli interni.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/13

    Il debutto della sportiva nipponica che condivide molto con la nuova BMW Z4 è ormai alle porte. Stiamo parlando della nuova Toyota Supra che, dopo essersi svelata per quanto concerne la linea estetica e la meccanica che giace sotto pelle, ha ora mostrato al grande pubblico anche la conformazione dell’abitacolo e la silhouette degli interni.

    Continui collaudi

    Le foto, infatti, che sono state scattate dai nostri attentissimi fotografi ritraggono una Toyota Supra in veste racing alle prese con una gara di endurance del campionato tedesco VLN sul ben noto circuito del Nurburgring. Si tratta nello specifico di una vettura pronto pista, iscritta alla categoria SP8T riservata alle vetture turbo con cilindrate inferiori ai 4.0 litri, ma ricalca in tutto e per tutto un prototipo della versione stradale, appositamente modificato per prendere parte alla gara di durata.

    Meccanica identica

    Con un prezzo base di circa 60.000 euro la nuova Toyota Supra, che condivide con la sportiva dell’Elica la meccanica, nasconde sotto pelle o il più tranquillo 2.0 benzina da 264 CV oppure il più prestazionale 3.0 benzina a sei cilindri da 360 CV. A livello estetico, invece, le differenze saranno molte così da rendere le due vetture perfettamente riconoscibili per strada. Per quanto concerne gli interni possiamo, infine, rifarci alle foto giunteci in redazione che immortalano un interno sicuramente di ispirazione racing ma che lascia trasparire non poche componenti che troveremo anche sulla macchina di serie.

    Estetica ed interni diversificati

    Anche in questo caso le differenze rispetto alla sportiva bavarese non sono poche a partire dalle finiture, per passare all’impostazione della plancia e per finire al pannello di controllo per il climatizzatore. Ad essere uguali saranno, invece, l’impianto di infotainment, il quadro strumenti digitale e il classico selettore rotativo dell'iDrive. Non ci resta quindi che aspettare il 2019 per poterla vedere finalmente in Italia anche se non ci è ancora stato confermato se l’arrivo sarà nella prima o nella seconda metà dell’anno.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime