a cura di Redazione Automobilismo - 28 dicembre 2019

Mercedes-AMG: i limiti sulle emissioni remano contro la gamma

La Casa di Affalterbach potrebbe dover ridurre la sua gamma motori di circa il 75% a causa delle limitazioni sulle emissioni di CO2 imposte dalla Unione Europea

1/7

Qualche giorno fa vi avevamo informato sul fatto che la futura Mercedes Classe S potrà ancora vantare sotto il suo lungo cofano il poderoso e iconico motore V12 di Stoccarda (QUI per saperne di più), tuttavia dalla rete giungono altre notizie non altrettanto confortanti per la Casa di Affalterbach. Stando a quanto riportato dal Financial Times, se Mercedes vorrà rispettare le nuove normative imposte dall’Unione Europea in tema di emissioni di gas serra, dovrà ridimensionare molto l’offerta del brand AMG. In parole povere: per non rischiare le severissime multe in caso di sforamento di emissioni dell’intera gamma, Mercedes-AMG potrebbe essere costretta a dover ridurre la propria gamma di motori del 75%.

Uno scenario che potrebbe persino interessare i motori Mercedes (non AMG) con una cubatura superiore ai 3,0 litri, naturalmente sei cilindri, e che infliggerebbe un bel colpo alla Casa della Stella. Come contraltare il colosso tedesco dovrebbe evitare le pesanti multe inflitte dall’Unione Europea in caso di sforamento dei limiti imposti sulle emissioni nocive. Ricordiamo infatti che la UE punta a un limite massimo di 100 g/km per quanto concerne la media delle emissioni di CO2. Una media che tutti i costruttori dovranno rispettare e che, attualmente, pochi già riescono a ottemperare. Per rimanere in tema, il costruttore di Stoccarda ha attualmente una gamma che realizza una emissione media di circa 138 g/km.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News