a cura di Redazione Automobilismo - 07 settembre 2018

Seat Tarraco: siamo agli sgoccioli

La Casa di Martorell ha divulgato nuove immagini e maggiori informazioni della sua futura SUV a sette posti.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/7

    Proprio a ridosso dell’evento ufficiale per il debutto mondiale, fissato per il giorno 18 settembre 2018, la Casa spagnola ha deciso di ingolosire ulteriormente i papabili futuri clienti, attirando ancor di più l’attenzione sul suo prossimo SUV a sette posti. Le nuove foto divulgate in rete mostrano, infatti, il prototipo ancora camuffato mentre è alle prese con gli ultimi test e collaudi tanto in strada quanto negli off-road più impegnativi.

    Terzo SUV di Martorell

    Fratello maggiore di Arona e Ateca, il Seat Tarraco è un SUV di segmento D che sfrutterà l’ormai consolidato pianale MQB e proporrà una lunghezza di 4,73 metri, un passo di 2,79 e ben 760 litri di capacità dietro alle canoniche cinque sedute ma potrà tranquillamente essere opzionato sia in versione a 5 posti che a 7 posti. Omologo della Skoda Kodiaq e della Volkswagen Tiguan Allspace, il SUV di Martorell vanterà sotto pelle il nuovo 1.5 TSI con almeno 150 CV, il 2.0 TDI con potenze da 150 e 190 CV e forse il 1.6 TDI da 116 CV. Tutte le motorizzazioni potranno essere abbinate al cambio manuale a 6 rapporti oppure al doppia frizione DSG a sette rapporti e non mancherà la classica trazione integrale 4Motion.

    Provate a fermarlo

    Con un nome scelto per la prima volta tramite votazione popolare, il nuovo SUV spagnolo non si farà intimidire da nessun tipo di terreno o almeno questo è quello che in Seat voglio far passare. Secondo quanto rifierito dalla Casa Madre, la Tarraco sarà in grado di affrontare pendenze fino al 70% (equivalenti a 35°) ed inclinazioni laterali sino all'85% (equivalenti a 40°), potendo contare su 6 programmi per la guida, sospensioni adattive a controllo elettronico e sistemi di aiuto in caso di ribaltamento: il Rollover Assist che sblocca automaticamente le portiere, spegne il motore e avvia la chiamata d'emergenza.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime