a cura di Redazione Automobilismo - 11 gennaio 2019

ZTL: le elettriche potranno entrare ma le ibride no

Una modifica potrebbe impedire alle ibride l'accesso alle aree ZTL, consentendolo invece solo alle elettriche. Resta fermo il divieto di circolazione per entrambe le categorie nelle aree pedonali.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/4

    Vi avevamo lasciato qualche giorno fa con un articolo (clicca qui per leggerlo), riguardante la nuova Legge di Bilancio, dove si parlava che era stato prolungato l'accesso alle aree ZTL (Zone a traffico limitato) sia per le vetture ibride che elettriche. In questo articolo si precisava anche che il Comune di Milano aveva prolungato l'accesso gratuito all'Area C di Milano fino al 2022 sempre per le vetture ibride ed elettriche. Ora però ci ritroviamo con un seppur parziale dietrofront del Governo. Ad annunciarlo è stato lo stesso sottosegretario alle infrastrutture Michele Dell’Orco che in un tweet e poi in una dichiarazione ufficiale ha espresso l'intenzione del Governo giallo-verde di modificare la norma appena introdotta con la legge di bilancio per il 2019.

    Elettriche si, ibride no

    Il Governo, infatti, in accordo con il Parlamento starebbe lavorando a una modifica della norma che impedisca l'accesso alle aree ZTL alle auto ibride ed ibride plug-in mentre ne consenta l'ingresso esclusivamente alle auto a batteria o elettriche pure. In soldoni si starebbe andando nella direzione auspicata dallo stesso MIT che già durante l'esame della norma aveva suggerito di limitare l'accesso alle sole auto elettriche. Quindi, se dal primo gennaio 2019 è stato dato il via libera alle auto elettriche e ibride di entrare nelle aree ZTL, presto questa libertà potrebbe essere goduta unicamente dalle vetture elettriche pure. Una decisione tardiva e controversa che mira però, almeno secondo lo stesso Michele Dell’Orco, a far sviluppare il più possibile il mercato delle elettriche, a incentivare il ricambio del parco auto e a non sovraffollare i centri storici delle città.

    Niente aree pedonali

    Lo stesso sottosegretario alle infrastrutture ha poi precisato una ulteriore norma che in questi giorni è stata troppe volte male interpretata. L'aver consentito l'accesso alle aree ZTL alle ibride e alle elettriche e in futuro alle sole elettriche non vuol dire permettere l'ingresso di questi veicoli nelle aree pedonali. La nuova Legge di Bilancio non modifica nessuno degli articoli del Codice della Strada, nemmeno l'articolo 3 che, invece, ben stabilisce che nelle aree pedonali possono circolare esclusivamente pedoni, biciclette, veicoli di persone con disabilità, mezzi delle forze di polizia e di soccorso ma non auto e motorini elettrici o ibridi. Quindi, secondo lo stesso sottosegretario, è logicamente impossibile ipotizzare alcuna estensione di accesso ai veicoli nelle aree pedonali e chi afferma il contrario dice il falso.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime