07 luglio 2008

Ford Focus RS 2009

Ford Focus RS 2009

Introduzione


La nuova Ford Focus RS sarà in vendita dai primi mesi di quest'anno. Questa nuova versione è equipaggiata con il noto cinque cilindri 2,5 litri turbo della ST capace di erogare, dopo opportune modifiche, ben 305 cavalli a 6500 giri/min e una robusta coppia massima di 440 Nm disponibile tra i 2300 e i 4500 giri/min.

Oltre al motore, le novità riguardano anche le sospensioni, la sicurezza, il differenziale a slittamento limitato, la trasmissione, l'aerodinamica e gli interni.  
La nuova Ford Focus RS sarà in vendita dai primi mesi di quest'anno. Questa nuova versione è equipaggiata con il noto cinque cilindri 2,5 litri turbo della ST capace di erogare, dopo opportune modifiche, ben 305 cavalli a 6500 giri/min e una robusta coppia massima di 440 Nm disponibile tra i 2300 e i 4500 giri/min.

Oltre al motore, le novità riguardano anche le sospensioni, la sicurezza, il differenziale a slittamento limitato, la trasmissione, l'aerodinamica e gli interni.  

Linea


Tra le modifiche principali modifiche estetiche segnaliamo nuovi paraurti sportivi, quello anteriore ospita un'ampia presa d'aria inferiore per migliorare il raffreddamento del motore e due nuovi fendinebbia circolari, passaruota allargati per ospitare generosi cerchi in lega da 19"  con pneumatici ribassati Continental da 235/35 e nuovi retrovisori esterni neri che integrano gli indicatori di direzione. Tra le novità vi sono anche il generoso spoiler posteriore, la due minigonne laterali, un nuovo cofano motore, l'estrattore posteriore e i due terminali cromati dello scarico sportivo.


Ma le modifiche estetiche sono state apportate in modo da migliorare anche l'aerodinamica e la stabilità alle alte velocità. Sono stati infatti condotti dei test approfonditi nella galleria del vento al fine di perfezionare le prestazioni in termini di aerodinamica con l'obiettivo di raggiungere circa 40 punti di aderenza nella parte anteriore e 10 punti nella parte posteriore. Gli elementi aerodinamici sviluppati per la Focus RS hanno consentito di raggiungere tali obiettivi, creando un 26% in più di aderenza rispetto alla Focus ST, con un coefficiente di resistenza aerodinamica pari a 0,38.
Tra le modifiche principali modifiche estetiche segnaliamo nuovi paraurti sportivi, quello anteriore ospita un'ampia presa d'aria inferiore per migliorare il raffreddamento del motore e due nuovi fendinebbia circolari, passaruota allargati per ospitare generosi cerchi in lega da 19"  con pneumatici ribassati Continental da 235/35 e nuovi retrovisori esterni neri che integrano gli indicatori di direzione. Tra le novità vi sono anche il generoso spoiler posteriore, la due minigonne laterali, un nuovo cofano motore, l'estrattore posteriore e i due terminali cromati dello scarico sportivo.


Ma le modifiche estetiche sono state apportate in modo da migliorare anche l'aerodinamica e la stabilità alle alte velocità. Sono stati infatti condotti dei test approfonditi nella galleria del vento al fine di perfezionare le prestazioni in termini di aerodinamica con l'obiettivo di raggiungere circa 40 punti di aderenza nella parte anteriore e 10 punti nella parte posteriore. Gli elementi aerodinamici sviluppati per la Focus RS hanno consentito di raggiungere tali obiettivi, creando un 26% in più di aderenza rispetto alla Focus ST, con un coefficiente di resistenza aerodinamica pari a 0,38.

Interni


A bordo, troviamo invece nuovi sedili sportivi Recaro riprofilati con logo RS in evidenza, inserti in carbon look per la console centrale, pedaliera sportiva e pomello cambio in alluminio e un nuovo volante rivestito in pelle a tre razze. Tra le modifiche segnaliamo anche una rinnovata grafica per la strumentazione e tre nuovi indicatori che trovano posto sulla parte alta della plancia: il manometro del turbo, temperatura acqua motore e temperatura olio motore.  
A bordo, troviamo invece nuovi sedili sportivi Recaro riprofilati con logo RS in evidenza, inserti in carbon look per la console centrale, pedaliera sportiva e pomello cambio in alluminio e un nuovo volante rivestito in pelle a tre razze. Tra le modifiche segnaliamo anche una rinnovata grafica per la strumentazione e tre nuovi indicatori che trovano posto sulla parte alta della plancia: il manometro del turbo, temperatura acqua motore e temperatura olio motore.  

Tecnica


Sotto il cofano è alloggiato il  potente cinque cilindri Duratec da 2,5 litri sovralimentato della versione ST, profondamente rivisto, capace di erogare qui una potenza di 305 cavalli a 6500 giri/min e una coppia massima di 440 Nm disponibile tra i 2300 e i 4500 giri/min. La nuova Focus RS accelera da 0-100 km/h in 5,9 sec e raggiunge una velocità massima di 263 Km/h. Per raggiungere queste prestazioni la nuova Rs è stata dotata di un turbo più grande che garantisce una sovralimentazione massima di 1,4 bar, il doppio di quanto raggiunge il 2,5 litri montato sulla ST. Altri affinamenti riguardanti i collettori di scarico, la resistenza al passaggio dell'aria nei condotti d'aspirazione e il raffreddamento sono stati necessari per raggiungere il traguardo di potenza e coppia che i tecnici Ford si erano posti.

L'elevata tenuta di strada è garantita sia dal differenziale anteriore, sia dalle carreggiate più ampie (+40 mm) sia, infine, da barre stabilizzatrici dal diametro più ampio. Anche lo sterzo è stato rivisto per fornire una risposta più pronta e diretta, adeguata allo spirito della vettura, così come è stato potenziato l'impianto frenante, con generosi dischi freno da 336 mm all'anteriore e 300 mm al posteriore.
Sotto il cofano è alloggiato il  potente cinque cilindri Duratec da 2,5 litri sovralimentato della versione ST, profondamente rivisto, capace di erogare qui una potenza di 305 cavalli a 6500 giri/min e una coppia massima di 440 Nm disponibile tra i 2300 e i 4500 giri/min. La nuova Focus RS accelera da 0-100 km/h in 5,9 sec e raggiunge una velocità massima di 263 Km/h. Per raggiungere queste prestazioni la nuova Rs è stata dotata di un turbo più grande che garantisce una sovralimentazione massima di 1,4 bar, il doppio di quanto raggiunge il 2,5 litri montato sulla ST. Altri affinamenti riguardanti i collettori di scarico, la resistenza al passaggio dell'aria nei condotti d'aspirazione e il raffreddamento sono stati necessari per raggiungere il traguardo di potenza e coppia che i tecnici Ford si erano posti.

L'elevata tenuta di strada è garantita sia dal differenziale anteriore, sia dalle carreggiate più ampie (+40 mm) sia, infine, da barre stabilizzatrici dal diametro più ampio. Anche lo sterzo è stato rivisto per fornire una risposta più pronta e diretta, adeguata allo spirito della vettura, così come è stato potenziato l'impianto frenante, con generosi dischi freno da 336 mm all'anteriore e 300 mm al posteriore.

Trasmissione e Sospensioni


Le performances elevate del Motore sono assecondate da una nuova trasmissione a 6 rapporti, uno in più della vecchia versione. Questo nuovo cambio esalta le prestazioni del propulsore, e la lunghezza dei rapporti permette di spuntare tempi ottimi in accelerazione grazie al fatto che i 100 Km/h si raggiungono in seconda marcia.

La nuova Ford RS è equipaggiata inoltre con il noto differenziale autobloccante Quaife Automatic Torque Biasing, ulteriormente affinato. Questa versione è infatti dotata di 6 satelliti ed è stato progettato per garantire prestazioni superiori in termini di resistenza alle sollecitazioni, delicatezza di intervento e trasferimento ottimale della coppia.

Un'ulteriore novità è l'innovativo sistema di sospensione anteriore "RevoKnuckle",  che deriva da un tradizionale schema McPherson, ma con impostazioni geometriche che riducono al minimo i disturbi di sterzata e sterzata indotta dalla coppia motrice. Infatti, al contrario del sistema tradizionale dotato di snodi delle sospensioni riuniti in un unico gruppo, la tecnologia RevoKnuckle si avvale di due elementi separati: una parte viene fissata al montante, mentre l’altra ruota con la linea dello sterzo dell’auto.  Questo metodo ha offerto agli ingegneri una flessibilità molto maggiore per configurare la geometria delle sospensioni in modo tale da ridurre al minimo la sterzata indotta dalla coppia motrice, in particolare riducendo la distanza critica, nota come king-pin offset (disassamento dall’asse di rotazione), tra il centro della ruota e la linea dell'asse dello sterzo.  
Ne consegue una maggiore precisione di guida e una riduzione delle vibrazioni in frenata.

Infine, è stata sviluppata per la Focus RS una versione speciale del sistema ESP di Ford, progettata per consentire uno stile di guida molto sportivo. In più, l'ESP può essere disattivato completamente, opzione ideale per l’utilizzo in pista.
Le performances elevate del Motore sono assecondate da una nuova trasmissione a 6 rapporti, uno in più della vecchia versione. Questo nuovo cambio esalta le prestazioni del propulsore, e la lunghezza dei rapporti permette di spuntare tempi ottimi in accelerazione grazie al fatto che i 100 Km/h si raggiungono in seconda marcia.

La nuova Ford RS è equipaggiata inoltre con il noto differenziale autobloccante Quaife Automatic Torque Biasing, ulteriormente affinato. Questa versione è infatti dotata di 6 satelliti ed è stato progettato per garantire prestazioni superiori in termini di resistenza alle sollecitazioni, delicatezza di intervento e trasferimento ottimale della coppia.

Un'ulteriore novità è l'innovativo sistema di sospensione anteriore "RevoKnuckle",  che deriva da un tradizionale schema McPherson, ma con impostazioni geometriche che riducono al minimo i disturbi di sterzata e sterzata indotta dalla coppia motrice. Infatti, al contrario del sistema tradizionale dotato di snodi delle sospensioni riuniti in un unico gruppo, la tecnologia RevoKnuckle si avvale di due elementi separati: una parte viene fissata al montante, mentre l’altra ruota con la linea dello sterzo dell’auto.  Questo metodo ha offerto agli ingegneri una flessibilità molto maggiore per configurare la geometria delle sospensioni in modo tale da ridurre al minimo la sterzata indotta dalla coppia motrice, in particolare riducendo la distanza critica, nota come king-pin offset (disassamento dall’asse di rotazione), tra il centro della ruota e la linea dell'asse dello sterzo.  
Ne consegue una maggiore precisione di guida e una riduzione delle vibrazioni in frenata.

Infine, è stata sviluppata per la Focus RS una versione speciale del sistema ESP di Ford, progettata per consentire uno stile di guida molto sportivo. In più, l'ESP può essere disattivato completamente, opzione ideale per l’utilizzo in pista.

Sicurezza


A seguito delle elevate prestazioni sviluppate da questa nuova RS, la potenza frenante doveva ovviamente essere di pari livello. Per questo i tecnici Ford hanno dotato quest'auto di grandi dischi anteriori ventilanti delle dimensioni di 336 mm x 30 mm, stretti da rigidissime pinze monopistone da 60 mm, il tutto coadiuvato da dischi posteriori delle dimensioni di 302 mm x 11 mm.  La Focus RS vanta anche uno speciale materiale d’attrito ad alta frizione e un servofreno a tandem, il tutto combinato per generare fino a un massimo di 1,2 g in frenata e dare alla Focus RS una distanza di arresto di soli 34,8 metri da 100 km/h.

Il sistema antibloccaggio tramite EBD (Electronic Brake Force Distribution, distribuzione elettronica della forza frenante) è di serie, così come il sistema ESP (Electronic Stability Programme, programma elettronico di stabilità), perfezionato appositamente per questa vettura, al fine di consentire un ampio margine di guida sportiva prima che intervenga. In ogni caso, è disattivabile completamente per non infastidire i guidatori più esperti che si cimentano nella guida in pista.

Anche per quanto riguarda la sicurezza attiva e passiva, la Focus RS è stata dotata di una pacchetto completo, che comprende i sistemi ABS, EBD ed ESP di serie e una cella di sicurezza rigida per il passeggero. Tra le dotazioni di sicurezza vi sono gli airbag frontali per il conducente e il passeggero, airbag laterali a tendina e pretensionatori che proteggono gli occupanti dei sedili anteriori e posteriori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultima anteprime