a cura di Redazione Automobilismo - 06 settembre 2019

Telepass autostrade: tutto ciò che serve sapere

Nato per evitare le lunghe code ai caselli autostradali, questo utilissimo dispositivo permette oggi di utilizzare numerosi altri servizi. Scopriamo insieme come averlo, quanto costa e cosa permette di fare.

1/4

Quasi tutti di voi lo conosceranno già, molti per non dire la maggior parte lo usa sulla propria auto ma qualcuno ancora oggi si dimostra un po' scettico nei confronti di questa tecnologia o pensa che sia esageratamente costosa. Una cosa è certa, ha risolto e non di poco le problematiche relative alle lunghe code ai caselli autostradali, rendendo la vita dei viaggiatori abituali, casuali o dei semplici vacanzieri molto migliore sopratutto quando questi devono affrontare un lungo viaggio o si devono mettere in macchina durante una di quelle giornate da bollino rosso o nero.

1 di 3

Il Telepass è composto da un trasponder che dialoga con i sensori che sono installati ai caselli autostradali. Il sistema è, infatti, in grado di riconoscere il veicolo e di addebitare in tempo reale sul conto corrente del proprietario l’esatto pedaggio del tragitto percorso da quella autovettura. Il Telepass può ad oggi essere usato anche per pagare alcune tipologie di posteggi a pagamento (come quelli negli aeroporti o quelli nei porti), consente il pagamento per esempio dell’Area C di Milano e persino lo skipass in alcune località sciistiche convenzionate. Optando poi per il Telepass Europeo ad oggi si posso anche pagare i pedaggi sulle autostrade francesi, spagnole e portoghesi con un semplice sovrapprezzo di 2,4 euro al mese, ma solo in caso di effettivo utilizzo.

Per poterlo avere vi basterà o compilare l’apposito format online sul sito www.telepass.it e seguire le istruzioni oppure recarvi a uno dei tanti Punti Blu sparsi in Italia dove compilare di persona i necessari documenti per ricevere il dispositivo o ancora dirigervi in Banca o agli Uffici Postali per compilare gli stessi documenti. Sicuramente vi verranno chiesti i vostri dati personali, quelli del veicolo, la targa, l’IBAN su cui addebitare i pedaggi da li in avanti.

Con la richiesta del Telepass vi verrà proposta la sottoscrizione di un abbonamento. Ve ne sono ben 5 che differiscono semplicemente per il costo fisso cioè il canone mensile da sostenere, e per le funzionalità attive e concesse. Si parte dai 1,26 euro al mese per il Telepass Base, si passa ai 1,26 euro mese del Telepass Strisce Blu per il pagamento anche dei posteggi o ai 1,26 euro al mese del Telepass Family, si continua con i 2,5 euro al mese per il Telepass Pay per il pagamento anche di taxi e carburante e si termina con gli 1,5 euro al mese del Telepass Premium che integra anche una assistenza stradale 24h. Ogni contratto prevede solo un dispositivo ma l’associazione di due diverse targhe, modificabili in ogni momento. Il secondo dispositivo costa 60 centesimi di euro al mese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News