La SSC Tuatara ce l’ha fatta, è la nuova auto più veloce al mondo

Con una velocità media di 455,3 km/h sul tratto di andata e ritorno l’hypercar americana, forte di ben 1.744 CV a etanolo, si è finalmente presa il gradino più alto del podio.

1/14

A ottobre 2020 la SSC Tuatara aveva già ottenuto un nuovo record di velocità, facendo segnare la strabiliante velocità massima di 508,83 km/h. In quella situazione però molte furono le critiche e i dubbi per il risultato ottenuto, a partire dagli strumenti utilizzati per registrare il valore di velocità massima, che spinsero molti a non considerare valido il tentativo di attacco al record del mondo. Per questo motivo l’hypercar americana ha pensato bene di scendere di nuovo in campo per riprovare l’impresa, questa volta però non lasciando nulla al caso e facendo in modo che nessuno possa dubitare del risultato ottenuto. Per rendere, infatti, ancora più inattaccabile alle critiche il nuovo record l’azienda americana ha chiamato a certificare il risultato Racelogic USA, Life Racing, Garmin e IMRA (International Mile Racing Association).

Guidata dallo stesso proprietario della vettura, Larry Caplin, e non da un pilota professionista, lo scorso 17 gennaio la SSC Tuatara ha dato nuovamente pieno sfogo a tutti i suoi cavalli, siglando un nuovo record del mondo di velocità massima, un valore impressionante ma inferiore a quello fatto segnare a ottobre, che ha fermato l’ago del contachilometri alla vertiginosa velocità massima di 455,3 km/h. Scendendo nel dettaglio, la strumentazione Racelogic VBOX 3i 100Hz GNSS, omologata secondo gli standard ISO, ha registrato una velocità massima di andata di 450,1 km/h e una punta massima di 460,4 km/h in ritorno, con una media appunto di 455,3 km/h.

In un percorso (lungo 3,7 chilometri) di andata e ritorno sulla pista di atterraggio dello Shuttle in Florida è riuscita a mettersi dietro quella che fino a oggi era definita l’auto più veloce al mondo, la Koenigsegg Agera RS, che nel 2017 stabilì il nuovo primato con un valore di velocità massima di 447 km/h, togliendo a sua volta lo scettro alla Bugatti Veyron Super Sport che nel 2010 stabilì il record con 431 km/h di velocità massima. Tutti valori certificati e ottenuti come media di due passaggi di andata e ritorno sullo stesso medesimo percorso. Non va comunque dimenticato che la Bugatti Chiron Super Sport 300+ che nel 2010 riuscì a stabilire un valore di velocità massima ancora maggiore, ben 490,48 km/h. Questo dato però fu ottenuto esclusivamente in una sola direzione e per questo non può essere totalmente paragonato.

Ricordiamo che sotto pelle giacein posizione centrale un V8 di 5.9 litri con albero motore piatto, messo a punto e costruito insieme alla Nelson Racing Engines. Sebbene sia stato ridotto dagli originali 7.0 litri di cilindrata, questo poderoso propulsore è comunque in grado di frullare fino alla bellezza di 8800 giri/min e di raggiungere il picco di potenza massima di ben 1.350 CV se alimentato a benzina (91 ottani) oppure di 1.750 CV se alimentato con miscela E85 (un carburante composto da etanolo all'85% con 105 ottani).

Come se non bastasse la SSC Tuatara si avvale di una carrozzeria in fibra di carbonio che poggia su cerchi anch’essi in fibra di carbonio e di un’aerodinamica particolarmente curata (Cx di soli 0,279) per migliorare ulteriormente la downforce e il coefficiente di penetrazione dell’aria, senza trascurare naturalmente il raffreddamento del potente propulsore. Le sospensioni sono regolabili, i freni sono carboceramici da 16 pollici all’anteriore e 15 pollici al posteriore, gli pneumatici sono Michelin Pilot Sport Cup nelle misure misura 245/35-R20 e 345/25-R20 e il cambio è un robotizzato a sette velocità della CIMA, capace di effettuare cambi marcia in 1 decimo di secondo. Il tutto per un peso massimo complessivo di soli 1247 kg.

Le ultime news video


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News