INEOS GRENADIER, Integrale unica

Proposta in Italia solo con carrozzeria a passo lungo e cinque porte, la nuova Grenadier è una fuoristrada vera, capace di disimpegnarsi senza alcuna difficoltà anche sui tracciati off-road più difficili, come abbiamo potuto verificare dal vivo a fianco dei collaudatori ufficiali...

1/27

Proposta in Italia solo con carrozzeria a passo lungo e cinque porte, la nuova Grenadier è una fuoristrada vera, capace di disimpegnarsi senza alcuna difficoltà anche sui tracciati off-road più difficili, come abbiamo potuto verificare dal vivo a fianco dei collaudatori ufficiali.

La Grenadier è il risultato di un’idea di realizzare un veicolo funzionale in collaborazione con i migliori brand del settore, facendo anche tesoro dei suggerimenti di chi necessita di una fuoristrada senza compromessi.

Da qui nasce l’aspetto essenziale dell’auto che sembra più grande di quanto sia in realtà: per la lunghezza si parla di circa 470 cm che salgono a 493 con la ruota di scorta ancorata al portellone. Inoltre sia la larghezza che l’altezza sembrano meno impattanti dei rispettivi 193 cm, retrovisori esclusi e 203 cm, mentre il passo è di 292 cm.

Per quanto riguarda la commercializzazione sul mercato italiano, la nuova Grenadier, realizzata dal nuovo brand britannico Ineos Automotive, è disponibile solamente con carrozzeria a passo lungo e a cinque porte, con omologazione vettura M1 a cinque posti o autocarro o N1 per due o cinque persone.

Nel 2023 dovrebbe poi arrivare la versione con abitacolo a sette posti, quando la Grenadier sarà offerta anche con carrozzeria pick-up a doppia cabina e passo allungato. Gli allestimenti a disposizione sono due: uno più votato all’off road e l’altro più lussuoso. La rete di vendita, infine, è composta da una decina di dealer dislocati nell’Italia centro-settentrionale, mentre l’assistenza è affidata sia alla rete di officine Bosch distribuite su tutto il territorio nazionale, sia sui centri specializzati in 4x4. Il prezzo di listino, indicativo, parte da una cifra di 60.500 euro Iva inclusa, ma escluse tasse e spese di immatricolazione, è lo stesso in tutta Europa con prenotazioni on line operative dallo scorso 14 ottobre. Abbiamo avuto un primo assaggio del mezzo guidato da collaudatori.

La Grenadier è una delle 130 vetture di pre-produzione destinante ai collaudi finali e assemblate nello stabilimento austriaco di Graz della Magna Steyr, mentre il modello definitivo sarà costruito nell’ex fabbrica francese della Smart che la Ineos ha comprato da Mercedes. L’inizio della produzione è previsto per luglio 2022. A bordo di Grenadier lo stile degli interni fa coesistere suggestioni del passato con soluzioni moderne e dispositivi di ultima generazione.

Nella plancia lineare sono incastonati molti interruttori fisici, così come sulla consolle di stampo aeronautico appesa al padiglione, ma troviamo anche una strumentazione digitale e il display centrale da 12,3” del sistema d’infotainment. Interruttori a leva e manopole nella console centrale e sul padiglione sono ben distanziati e protetti da azionamenti involontari. Gli interruttori ausiliari sono integrati e pre-cablati per consentire il collegamento dei circuiti per verricelli, luci di lavoro e altri accessori.

Si accede all’infotainment tramite touch screen su uno schermo da 12,3 pollici o usando un selettore sul tunnel centrale, mentre l’integrazione di Apple CarPlay e Android Auto consente di avvalersi del sistema di navigazione dello smartphone.

Motori 6 cilindri Bmw
A bordo della Grenadier la modernità è evidenziata dallo schermo da 12,3” al centro della plancia, dal quadro strumenti digitale e i menu di infotainment che touch o a gestione tramite manopola. La connettività è disponibile mediante Apple CarPlay e Android Auto con aggiornamento della navigazione, alla quale si aggiunge quella per la guida fuoristrada che consente di programmare e registrare l’itinerario inserendo le coordinate. Fra gli accessori a richiesta ci sono il Power Pack e convertitore da 2000 W per alimentare attrezzature e dispositivi elettrici. Non mancano la predisposizione con cablaggi e interruttori per applicare fari supplementari anteriori, posteriori o orientabili.

Motori: i 6 cilindri in linea bi-turbo, sia diesel (245 Cv e 550 Nm di coppia) sia benzina (281 cv e 450 Nm) sono di origine Bmw, ottimizzati all’uso fuoristrada. Sono abbinati al cambio automatico ZF a otto marce: fluido senza eguali, permette di concentrarsi al massimo alla guida senza staccare le mani dal volante. C’è anche il riduttore (per le marce ridotte) per i passaggi più complicati.

La capacità di traino arriva a 3.500 kg. Nel test in fuori strada, che abbiamo effettuato da passeggeri, Grenadier ha esibito tutte le sue qualità nella guida in off-road. La trazione integrale, abbinata a pneumatici specialistici all-terrain di Bridgestone o da BF Goodrich, fa sempre il suo dovere. Su pendenze proibitive e passaggi impegnativi non è mai stata incontrata alcuna difficoltà. Il fuoristrada di Ineos può affrontare tratti davvero duri, guadi profondi, twist, mantenendo ogni promessa riguardo le sue doti assolute nell’off-road.

1/17

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA