Ford Focus: arriva l’EcoBoost Hybrid

Anche la Focus abbraccia la tecnologia ibrida leggera, introducendo sotto pelle la variante a 48 Volt del 1.0 litri EcoBoost così da migliorare ulteriormente consumi ed emissioni.

1/7

Denominata Ecoboost Hybrid e a breve ordinabile in tutta Europa, la nuova variante ibrida si avvale dell’ormai collaudato 1.0 litri 3 cilindri benzina Ecoboost al quale è stato affiancato il classico moto-generatore a 48 Volt. Si tratta nello specifico di un sistema ibrido leggero denominato BISG, abbreviazione di belt-driven integrated starter generator, cioè un motore elettrico che funge anche da generatore e motorino d’avviamento che è collegato tramite una cinghia al motore termico. Tale sistema è capace di recuperare energia cinetica durante le decelerazioni e di trasformarla in energia elettrica che viene accumulata all’interno della batteria a 48 volt, alloggiata sotto il sedile di guida. Nello stesso tempo però è capace nella fase di spinta di erogare fino a 24 Nm di coppia così da aiutare il motore termico in tutte quelle fasi di minor efficienza così da ridurre consumi ed emissioni inquinanti.

Declinato nelle varianti di potenza da 125 e 155 CV e abbinato a un cambio manuale sei marce, il powertrain ibrido si avvale inoltre di un ridotto rapporto di compressione e un turbo maggiorato oltre naturalmente a n funzionamento più esteso del sistema Start&Stop. Stando alla Casa dell’Ovale Blu, entrambe le versioni sarebbero in grado di fermare l’ago dei consumi a soli 5,1 l/100 km e di far registrare appena 115 g/km di CO2 nel ciclo Wltp, segnando una riduzione fino al 17% rispetto al modello uscente equipaggiato con il 1.5 Ecoboost da 150 CV non elettrificato e accreditato di prestazioni simili. Su tutte le Focus è stato, infine, previsto l’introduzione della nuova strumentazione digitale con display da 12,3 pollici con alta risoluzione a 24 bit e grafica riconfigurabile, che sulla ibrida mostra anche i parametri di gestione del powertrain.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News