Audi e-tron S Sportback: non datele della noiosa

Silhouette da coupé, aerodinamica sopraffina e ben tre motori con trazione integrale e torque vectoring elettrici sono le carte in tavola di questa nuova versione vitaminizzata della Suv a batteria di Ingolstadt.

1/36

Nell’anno del quarantesimo compleanno dell’iconica trazione integrale Quattro la Casa di Ingolstadt evolve ulteriormente il concetto di quattro ruote motrici, sfruttando a pieno le doti intrinseche dei motori elettrici. Un’evoluzione tecnologica che ritroviamo a bordo delle nuove Audi e-tron S sia in variante di carrozzeria Suv che nell’inedita versione Suv coupé, denominata Sportback. Per saggiarne le doti siamo volati a Cortina d’Ampezzo dove in occasione dei mondiali di sci alpino la Casa di Quattro Anelli ci ha riservato un bel test drive su giaccio e neve.

Lunga 4,902 m, larga 1,976, alta 1,615 e con un passo di 2,928, la Suv coupé sportiva a zero emissioni si distingue dalla variante non “S” grazie a un design specifico fatto di carreggiate allargate di 46 mm, paraurti dal design rivisitato, passaruota rigonfi, estrattore maggiorato, finiture in look alluminio su splitter anteriore, griglia single frame e inserti porte e cerchi in lega fino a 22 pollici di diametro. Una silhouette non solo elegante e sportiva ma anche particolarmente efficiente dal punto di vista aerodinamico che è stata in grado di far registrare un valore di Cx di appena 0,26.

A bordo le differenze sono, invece, praticamente nulle e si ritrova il tipico ambiente dei Suv Audi con un abitacolo luminoso, confortevole e altamente hi-tech. Al centro della plancia trovano posto i due grandi display ad alta definizione del sistema MMI touch response (quello superiore con diagonale da 10,1 pollici, quello inferiore da 8,6 pollici) mentre di fronte al conducente spicca l’ormai ben noto Audi Virtual Cockpit da 12,3 pollici e l’head-up display proietta le informazioni più importanti sul parabrezza. Nei rivestimenti delle portiere, infine, sono annegati i due display Oled da 7 pollici degli specchietti retrovisivi esterni virtuali. L’abitacolo si presenta poi spazioso sia per 5 passeggeri che per numerosi bagagli (615-1.655 litri) ed estremamente curato grazie alla scelta certosina di materiali, finiture e accostamenti. Insomma l’aver abbassato il tetto o l’aver introdotto un terzo motore non si è tradotto in troppe rinunce in termini ne di spazio ne di abitabilità anche per i sedili posteriori.

Le maggiori differenze le troviamo sotto pelle dove al posto dei due motori elettrici di Audi e-tron 50 quattro e 55 quattro, troviamo ben tre motori elettrici asincroni trifase. Se all’anteriore la scelta è ricaduta su un unico motore elettrico con relativo differenziale aperto - la stessa unità che fino ad oggi era installata al posteriore della e-tron 55 quattro - capace di erogare 204 CV (150 kW) con l'overboost, al posteriore si è optato per una soluzione a due motori elettrici – due unità identiche a quella che fino ad oggi era installata all’anteriore della e-tron 55 quattro - privi di differenziale, capaci di sprigionare 179 CV (132 kW) con l'overboost e che trasmettono quindi potenza e coppia direttamente alle ruote posteriori. L’insieme si traduce così in un powertrain elettrico in grado di garantire fino a 503 CV (370 kW) e 973 Nm di coppia massima in modalità sportiva e di spingere la Suv tedesca fino alla velocità massima di 210 km/h (autolimitata), consentendole di archiviare lo 0-100 km/h in soli 4,5 secondi.

1/49

L’intero sistema viene alimentato dalla stessa batteria della e-tron 55 quattro - un accumulatore agli ioni di litio da 95 kWh di capacità massima, 86 dei quali effettivamente utilizzabili, che, dislocato nel pianale tra i due assi, offre un’autonomia massima di 379 km nel ciclo combinato Wltp può essere ricaricato alla comune presa domestica (230 V) oppure alle colonnine da 11 o 22 kW in corrente alternata (AC) o ancora alle colonnine trifase da 150 kW e 400 V in corrente continua (DC) che le permettono di ricaricare dal 5 al 80% della batteria in circa mezz’ora. A tenere a bada un tale surplus di potenza e coppia ci pensano la trazione integrale elettrica - in grado di regolare permanentemente e in modo completamente variabile la ripartizione della coppia fra gli assali con velocità doppia rispetto a un sistema tradizionale – e il torque vectoring elettrico – capace di ripartire la coppia tra le ruote posteriori (fino anche a 220 Nm in più sulla ruota esterna rispetto a quella interna) con una rapidità quattro volte più veloce di un differenziale meccanico.

Chiudono il cerchio sospensioni a quadrilatero alto all’anteriore, Multilink a 5 leve al posteriore, ammortizzatori pneumatici a controllo elettronico, sette profili di guida, tre diversi livelli di recupero, quattro modalità di Esp, un avanzato e consistente freno motore, un elevatissimo pacchetto di sistemi di sicurezza e assistenza alla guida e proiettori a LED Digital Matrix che permettono la scomposizione in pixel infinitesimali del fascio luminoso. Pronta a gettare il guanto di sfida a Mercedes-Benz EQC, Jaguar I-Pace e Tesla Model X Performance, l’Audi e-tron S Sportback è disponibile in due allestimenti (e-tron S e Sport Attitude) e attacca il listino con un prezzo base di 100.600 euro.

Messa alla prova su un fondo particolarmente innevato e ghiacciato e sotto un abbondante nevicata, la versione sportiva della e-tron coupé ha saputo particolarmente sorprenderci non solo per l’elevato livello di trazione e stabilità offerti ma anche per l’inaspettata capacità di camuffare a dovere le sue generose dimensioni, il suo non trascurabile peso e l’inevitabile inerzia specie in tali condizioni proibitive. Il surplus di prestazioni rispetto alla e-tron “normale” è evidente seppur sempre erogato in maniera fluida e lineare. Discorso analogo per il divertimento che non tarda ad arrivare soprattutto nella modalità di guida Dynamic grazie ai tre motori elettrici e a un torque vectoring elettronico al posteriore che migliorano ulteriormente l’agilità, l’inserimento e la capacità di chiudere la traiettoria. Il tutto è poi condito da uno sterzo omogeneo, un’ottima filtrazione delle asperità da parte delle sospensioni pneumatiche e una piacevole risposta del pedale del freno.

1/12

SCHEDA TECNICA: Audi e-tron S Sportback

Motore 3 motori elettrici asincroni trifase a magneti permanenti – Potenza complessiva continua 315 kW (429 Cv) – Potenza complessiva di picco 370 kW (503 Cv) – Coppia massima complessiva continua 808 Nm – Coppia massima complessiva di picco 973 Nm – Batteria agli Ioni di Litio, capacità 95 kWh (sfruttabile 86,5 kWh) – Rete di bordo 12 Volt

Trasmissione Trazione integrale quattro elettrica – Torque vectoring elettrico - Cambio monomarcia

Autotelaio Carrozzeria 5 porte, 5 posti - Avantreno e retrotreno a ruote indipendenti con schema a 5 bracci oscillanti, molle ad aria, ammortizzatori pneumatici a regolazione elettronica. Sterzo a cremagliera con servocomando elettroidraulico. Freni anteriori e posteriori con dischi autoventilanti, sistema antibloccaggio. Pneumatici 2855/45-R20. Ruota di scorta: kit di riparazione

Dimensioni e peso Passo 292,8 cm – Lunghezza 490,2 cm – Larghezza 197,6 cm – Altezza 161,5 cm – Peso a vuoto 2.695 kg – Capacità bagagliaio 615-1.655 litri

Prestazioni Velocità massima 210 km/h (autolimitata) – Accelerazione 0-100 km/h 4,5 secondi – Rapporto peso/potenza 5,358 kg/Cv (7,283 kg/kW) – Consumo combinato 25,7-28,1 kWh/100 km – Autonomia massima 379 km (Wltp)

Prezzo base 100.600 Euro

Le ultime news video


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le nostre Prove