di Giorgio Sala - 04 ottobre 2019

Renault Zoe, atto III: un mare di novità

La terza generazione della city car elettrica di Renault fa un grande salto in avanti su tutti i fronti, a partire dall'autonomia che ora sfiora i 400 km. Potente, pratica, e accessibile grazie agli incentivi e sgravi fiscali. Sarà disponibile in due potenze e quattro allestimenti, oltre alla Edition One limitata a 50 esemplari. Ecco le nostre prime impressioni di guida

1/97

1 di 5

L’icona elettrica di Renault arriva alla terza generazione, carica di novità sotto quasi tutti i punti di vista. La Zoe è la vettura elettrica più venduta in Europa, con 160mila immatricolazioni (dati: Agosto 2019) e una quota del 18,2% nel proprio mercato. L’esperienza della casa francese nel mondo elettrico è decennale, ed è un frutto di un investimento complessivo di 5 miliardi di dollari in un settore che, globalmente, vedrà investiti fino a 300 miliardi di dollari tra il 2018 e il 2022. Renault in particolar modo sta puntando davvero molto questa tecnologia: infatti oltre 30.000 persone sono coinvolte nel reparto EV. Zoe è protagonista anche in Italia, con 1.652 unità vendute nel periodo gennaio-agosto 2019 e con una quota di mercato del 25%; inoltre dal lancio di questo modello sono state immatricolate oltre 4.000 unità. È questo lo scenario in cui la Casa della Losanga ci presenta la Zoe “atto terzo”, rivista fuori ma completamente rinnovata dentro.

La nuova Zoe partirà da 25.900 euro con la versione "entry level" e con le batterie a noleggio : il canone di 74 euro si paga annualmente oppure ogni 7.500 km, mentre per l’acquisto dell’intero pacco batterie ci vogliono 8.000 euro. Grazie agli eco incentivi e ai bonus della Regione Lombardia, è possibile portarsi a casa una Zoe "base" a soli 11.000 euro ! è disponibile inoltre una Edition One, limitata a soli 50 esemplari in italia, a 31.000 euro : è dotata di tutti gli optional disponibili ed è finita in una verniciatura blu scura, novità per quest’auto. Ma andiamo a conoscere più a fondo questa vettura.

1/9

Il cuore elettrizzante dell’auto ora è una batteria Z.E. 50 da 52 kWh, lo stesso volume della precedente versione, e permette un’autonomia di 395 km nel ciclo WLTP. Per ricaricarla si può anche utilizzare la ricarica rapida da 50 kW per fare un pieno di energia in poco più di un’ora. Le dimensioni sono le medesime della seconda generazione: 4,08 metri di lunghezza, 1,73 di larghezza e 1,56 di altezza con bagagliaio da 338 litri. La forma riprende il family feeling dell’attuale gamma, con i gruppi ottici che diventano full LED e che si sviluppano verso un logo Renault più grande, che dona verticalità e che nasconde la presa di corrente per la ricarica. I fendinebbia a LED adesso sono integrati in una struttura che si protrae verso il centro dove la griglia del radiatore a forma trapezoidale dona un look decisamente più moderno. La linea delle fiancate rimane pressochè invariata, così come la zona posteriore che si differenzia soltanto dalla presenza di luci a LED con luce di direzione dinamica che si sviluppa orizzontalmente.

1/51

La più grande rivoluzione la troviamo all’interno della vettura. Gli interni sono stati realizzati con materiali 100% riciclati (il tessuto deriva da bottiglie di plastica e cinture di sicurezza) e sono di colore scuro anziché chiaro. L’acustica della vettura è stata migliorata con rivisitazioni nella zona del cruscotto, del parabrezza e delle portiere, in modod da insonorizzare ancora meglio l’abitacolo. L’infotainment è stato aggiornato con una versione più moderna – dotata anche di Apple Car Play e Android Auto – che si gestisce attraverso uno schermo touchscreen verticale da 9,3”. Davanti al guidatore trova spazio un display TFT da 10” al posto dei tachimetri analogici. La Zoe è dotata di sistemi Easy-Link e l’applicazione My Renault, con cui pianificare e gestire il proprio viaggio utilizzando il proprio smartphone.

A livello di tecnologia, la Zoe ha tutto quello di cui si ha bisogno: riconoscimento segnaletica stradale con allerta del superamento limite di velocità, abbaglianti automatici, sensore angolo morto, funzione auto hold, frenata automatica d’emergenza, avviso superamento e mantenimento linea di corsia, assistenza al parcheggio, cruise control e sensori di parcheggio a 360°.

1/15

A bordo della Edition One della nuova Zoe rimaniamo davvero sorpresi dalla qualità degli interni, le plastiche sono piacevoli al tatto così come l’ecopelle di ottima fattura. La seduta è comoda e regolabile manualmente, anche dietro l’abitabilità è buona anche per il 5° passeggero; tuttavia una persona alta 180 cm ha ampio spazio per le gambe ma sfiora il cielo della vettura con la testa. Accendendo la Zoe, apprezziamo lo scatto iniziale del motore elettrico da 135 CV e 245 NM, decisamente pronto ma mai brusco. L’erogazione si appiattisce superati i 70-80 km/h, ossia a circa metà della velocità massima che l’auto può raggiungere (140 km/h), caratteristica più che comprensibile in quanto ci troviamo a bordo di una citycar. Il baricentro rimane basso grazie alle batterie disposte nel pianale, e questo abbinato a sospensioni ben tarate regala una buona dinamica di guida: anche alzando il ritmo la Zoe non si imbarca, ma soffre di sottosterzo per via della posizione anteriore di trazione e motore. Da segnalare inoltre che sulla Edition One gli pneumatici sono più larghi davanti (215/45) che dietro (205/45). Anche la frenata è davvero ottima, il peso di 1.500 kg si avverte ma l’impianto è potente e ben modulabile. L’auto è davvero silenziosa anche a velocità autostradali, mentre a 140 km/h il motore raggiunge la sua velocità massima e taglia potenza. Il volante è molto piacevole al tatto, tuttavia i comandi per gestire l'infotainment alla guida non sono il massimo in termini di intuizione ed ergonomia.

Questa nuova generazione di Zoe dispone di due modalità di guida: posizionando la leva su D la vettura si comporta normalmente, mentre scegliendo la modalità B il freno motore è più intenso, a favore anche della ricarica della batteria. In questo modo si può davvero guidare utilizzando un solo pedale: risulta davvero comodo in città e nei tratti extraurbani. Sulla console centrale è presente anche un tasto ECO che riduce la potenza del motore, migliorando così i consumi di elettricità. Dai due grossi display presenti sulla macchina si può tenere tutto sotto controllo: è facile e intuitivo, risulta immediato nei comandi permettendo così di distrarsi il meno possibile durante la guida. Anche gli aiuti alla guida sono ben tarati, avremmo preferito la presenza di un sistema anti collisione e un cruise control adattivo anzichè tradizionale. Al termine della nostra prova possiamo confermare che l’autonomia di 395 km non è un numero così utopistico: con una guida da codice della strada, su strade extraurbane, si può arrivare benissimo oltre i 370 km, ma spingendo più a fondo sul pedale dell’acceleratore è molto facile abbassare l’autonomia.

1/24
MOTORER110R135
Tipo di batteriaZ.E. 50
Potenza110 CV135 CV
Coppia245 Nm245 Nm
CAMBIO
Tipo di cambioScatola del cambio a singola marcia
PRESTAZIONI
Velocità massima135 km/h140 km/h
0-50 km/h3,9 sec 3,6 sec
0-100 km/h 11,4 sec9,5 sec
80-120 km/h9,3 sec7,1 sec
SCx (coeff. D’attrito)0.75
STERZO
ServosterzoElettrico
Raggio di sterzo10,56 m
Giri del volante2,73
RUOTE
Dimensioni cerchi disponibili15’’ e 16’’ (Life) / 16’’ e 17’’ (Zen)16’’ e 17’’ (Zen, Intens)
Tipo di gommeMichelin Primacy 4
Dimensione pneumatici15’’: 185/65 R15 (92T)-

16’’: 195/55 R16 (91T)

17’’: 215/45 R17 (91V anteriore),
205/45 R17 (88V posteriore)

FRENI
AnterioriA disco, autoventilati con Ø 280 mm
Posteriori:A disco, autoventilati con Ø 260 mm
PESO
Peso a secco1.502 kg
DIMENSIONI
Lunghezza4.084 mm
Passo2.588 mm
Sbalzo anteriore / posteriore838 mm / 661 mm
Larghezza1.730 mm
Altezza1.562 mm
Capienza bagagliaio131 – 1.225 litri
1/8
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News