a cura di Redazione Automobilismo - 12 aprile 2019

Ecobonus auto: finalmente si parte

Dopo un lungo ritardo gli incentivi per l'acquisto di auto elettriche e ibridi sono ora finalmente operativi a tutti gli effetti.
1/5
Se, infatti, l'Ecotassa sulle auto nuove con emissioni di CO2 oltre i 160 g/km era entrata pienamente in vigore e va purtroppo pagata, dell'Ecobonus per le auto non inquinanti sembrava non esserci più traccia. O meglio a più di 100 giorni dall'emendamento mancava ancora il decreto attuativo, previsto dalla legge, e la piattaforma per i venditori non era ne attiva ne disponibile. Il decreto del ministero dello Sviluppo economico, che doveva disciplinarne l’erogazione, doveva essere emanato entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge, cioè entro il 2 marzo, ma tutto ciò non era ancora avvenuto.

Niente più ritardi

Ora però una nota ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha annunciato lo sblocco del tanto agognato ecobonus, gli incentivi per l’acquisto di auto ibride e elettriche. Il tanto atteso decreto attuativo che ne disciplina le procedure di erogazione è stato finalmente registrato dalla Corte dei Conti e, non appena sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, sarà possibile procedere alla richiesta tramite la piattaforma dedicata, anche questa per fortuna online. I concessionari potranno inserire sulla stessa piattaforma l'ordine e la prenotazione dell'incentivo, e avranno 180 giorni di tempo per la consegna del veicolo.

Chi si e chi no

Vi ricordiamo che l'ecobonus è quel bonus che riceverà chi dal 1 marzo 2019 al 31 dicembre 2021 acquisterà un'auto nuova poco inquinante. Nello specifico tutte le auto con emissioni di CO2 fino a 70 g/km e con un prezzo di listino non superiore ai 61.000 euro (IVA inclusa) potranno usufruire di un bonus del valore fino a 6.000 euro. Vi saranno degli scaglioni ad indicare il progressivo aumento dell'ecobonus al diminuire della emissione: quelle da 0 a 20 g/km, che usufruiranno del bonus fino a 6.000 euro con rottamazione o di 4.000 euro senza rottamazione, e quella da 21 a 70 g/km, che potranno contare su un bonus fino a 2.500 euro con rottamazione o 1.500 euro senza rottamazione. L'ecobonus comprenderà all'interno delle auto poco inquinanti come le versioni elettriche, ibride ed ibride plug-in, ma lascerà escluse dagli incentivi le versioni GPL e sopratutto a metano. L’importo dell'ecobonus è basato sulle effettive emissioni del veicolo dichiarate dalla casa produttrice e certificate sul libretto di circolazione secondo il ciclo NEDC.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News