Alfa Romeo Brennero: elettrico e su piattaforme PSA?

Il futuro B-Suv della Casa del Biscione dovrebbe essere a batteria e utilizzare le piattaforme del colosso PSA pur senza rinunciare all’ormai ben noto family feeling già visto su Stelvio e Tonale.

1/5

La fusione tra FCA e PSA potrebbe dare origine ad alcuni nuovi modelli. Tra questi dovrebbe esservi il nuovo B-Suv della Casa di Arese. Denominato Alfa Romeo Brennero, il compatto crossover dovrebbe avvalersi delle piattaforme modulari del Gruppo PSA, nate appositamente per l’elettrificazione (e-CMP). Un B-Suv che andrebbe a fare compagnia al -SUV Stelvio e al futuro C-SUV Tonale, sfruttando tecnologia del costruttore transalpino ma design totalmente italiano. Immancabile sarà, infatti, l’ormai ben noto family feeling già visto su Stelvio e Tonale. Le indiscrezioni però non negano che potrebbero esservi anche influenze tedesche tramite il know-how accumulato con Mokka e con gli ultimi modelli elettrificati di Opel.

In rete sono iniziate a circolare le prime foto e i primi render che ritraggono quello che potrebbe il design del futuro B-Suv di Arese. A rendere noti i primi render naturalmente i colleghi di AutoBild che mettono in mostra una silhouette molto simile a Stelvio e Tonale, con alcune linee che tuttavia già la accomunerebbero ai SUV elettrificati di PSA. Sotto pelle, come dicevamo, dovrebbe trovarsi solamente un powertrain elettrico a batteria quindi nessun propulsore endotermico. Potrebbero però essere adottate anche motorizzazioni diesel e benzina che amplierebbero così la gamma almeno in fase di lancio. Tutte unità che dovrebbero essere frutto anche queste dell’alleanza FCA-PSA. Non ci resta quindi che attendere per avere maggiori informazioni in merito in attesa della sua presentazione che non dovrebbe arrivare prima del 2022.

Foto: AutoBild

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News