VOLKSWAGEN TAIGO, sopra la media

La Casa tedesca ha ampliato l’offerta di Sport Utility con Taigo, un modello sportivo anche nel design e caratterizzato da una dotazione completa anche sul fronte della sicurezza. A bordo spiccano la strumentazione completamente digitale e il sistema multimediale VW di più recente generazione... (Listino pdf)

1/53

Taigo è un modello di rottura anche per altri motivi dato che porta sul mercato un insieme di caratteristiche inedite per il segmento delle compatte come la singolare forma della sua carrozzeria suv coupé, gli highlight peculiari del design, Roof Pack, pacchetto di design Black Style e listello luminoso a Led e la sua grande varietà di decorazioni, colori e scelte di equipaggiamento così da completare l’attuale gamma Volkswagen per attirare e soddisfare ulteriori gruppi di clienti.

Modello d’ingresso nel popolare segmento dei suv con la sua posizione di seduta rialzata, la completa visuale sul cockpit e l’ampio spazio nel vano passeggeri, la nuova Taigo non evidenzia però quella aggressività tipica di certi modelli caratterizzati in chiave off-road. Unisce invece sportività, c’è anche la variante R-Line ed eleganza con versatilità e le soluzioni intelligenti adatte all’uso quotidiano, giovani famiglie comprese. il tutto in combinazione con un bagagliaio generoso.

Compatto ma comodo Lungo appena 4,26 metri, Taigo offre un passo di 2.566 mm che consente a tutti i passeggeri di assumere una confortevole posizione di seduta leggermente rialzata. Gli sbalzi ridotti conferiscono a Taigo che è alto 1.494 mm e largo 1.757 mm, un aspetto davvero vigoroso e sportivo. Taigo arriva sul mercato con numerose funzionalità digitali quali Wireless Charging e App-Connect, il sistema infotainment MIB3, un cockpit digitale, Functions on Demand e servizi We.

Grazie al pianale modulare trasversale MQB, Taigo si impone in fatto di sicurezza e confort di guida. I sistemi IQ.Drive Travel Assist con Lane Assist e pACC, Front Assist, Side Assist e fari a Led Matrix IQ.Light con Dynamic Light Assist che sono peculiarità altrimenti riservate ai modelli di classi superiori.

Ma non basta: Taigo è completamente digitale e sempre collegato alla rete: il Digital Cockpit è di serie e i sistemi di infotainment di ultima generazione (MIB3) sono sempre online. Chi è alla guida di Taigo può contare anche sulla guida parzialmente automatizzata: quando desiderato, il sistema IQ.Drive Travel Assist supporta frenata, sterzata e accelerazione.

A partire dall’allestimento Style, Taigo dispone di serie anche dei nuovi fari a Led Matrix IQ.Light e di una barra trasversale illuminata nella calandra, riallacciandosi dal punto di vista stilistico ai modelli ID e alla nuove versioni di Golf, Arteon, Tiguan Allspace e Polo.

Al lancio sul mercato italiano, la Volkswagen Taigo propone tre motori turbo benzina a iniezione diretta. Il 1.000 cc TSI da 95 Cv è associato a un cambio manuale a 5 rapporti e spinge la Taigo fino a 183 km/h di velocità massima, a fronte di un consumo combinato nel ciclo WLTP di 5,4-5,8 l/100 km.

Il 1.000 cc TSI da 110 Cv, unità a tre cilindri come la precedente, permette alla Taigo di raggiungere i 191 km/h ed è invece accoppiato di serie a un cambio automatico doppia frizione DSG a 7 rapporti. In questo caso il consumo combinato nel ciclo WLTP è di 5,8-6,1 l/100 km.

A breve temine quest’ultimo motore sarà reso disponibile anche con un cambio manuale a 6 rapporti. Al vertice della gamma motori c’è il quattro cilindri di 1.500 cc TSI da 150 Cv, dotato di gestione attiva dei cilindri ACT e associato a un cambio DSG a 7 rapporti.

La gamma è composta dai livelli Life e R-Line e ai motori turbo benzina TSI da 95, 110 e 150 Cv anche con cambio automatico a doppia frizione DSG. La Taigo parte da 22.600 euro con possibilità dell’ecobonus da 1.500 euro per le 1.000 TSI da 95 cv e per alcune da 110 Cv. Sarà nelle concessionarie per l’inizio dell’anno prossimo.

Clicca e consulta il listino VW

1/22

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA