Sicurezza: dalla Francia l'asfalto che non si ghiaccia

In Francia è stato messo a punto un asfalto che non si congela. Che sia la fine del sale sulle strade e del pericolo del ghiaccio nel periodo invernale? Scopriamolo.

1/2

Nel periodo invernale sono numerose le insidie che ci attendono dietro l’angolo mentre viaggiamo a bordo della nostra vettura. Oltre al maltempo (precipitazioni abbondanti, nebbie, ecc) e al manto stradale, spesso particolarmente dissestato a causa proprio delle peggiori condizioni climatiche, si affianca uno dei pericoli che più di ogni altro causano incidenti nella stagione invernale. Stiamo parlando del manto stradale congelato, un vero killer silenzioso e invisibile che spesso coglie di sorpresa anche l’automobilista più scaltro e attento.

Fino a oggi questo non piacevole eventualità veniva combattuta spargendo sul manto stradale del sale così da evitare che l’asfalto potesse congelarsi specie nelle ore più fredde della giornata come la notte o le prime ore del mattino. Ora però dalla Francia sembra arrivare una novità molto importante che, se dovesse rivelarsi valida, potrebbe risolvere una volta per tutte questo annoso problema. Stiamo parlando di un asfalto che non si congela. Denominato PowerRoad, questo particolare asfalto avrebbe già passato i test sul campo ma risulterebbe per ora solo un progetto in fase sperimentale a causa dei suoi elevati costi di realizzazione.

Ma cosa vi è alla base di questa innovativa tecnologia? L’innovativo manto stradale, sviluppato da Eurovia, sfrutterebbe l’energia solare e termica accumulata durante i periodi più caldi per poi irradiarla nei momenti di necessità. Per farlo sfrutta delle pompe di calore e un sistema radiante annegato ad alcuni centimetri di profondità che entrano in funzione con le prime gelate per riscaldare lo strato sotto l'asfalto scongelandolo e svolgendo una funzione simile a quella di un pavimento domestico riscaldato.

Stando però a quanto riportato da Autoplus, la nuova tecnologia avrebbe un costo almeno per ora particolarmente elevato. Si vocifera di un costo di 250 euro al m2, il doppio rispetto al prezzo dell'asfalto tradizionale, e di un allungamento del 15% dei tempi dei lavori per la posa del manto stradale. Se dovesse finalmente entrare in vigore su tutte le strade, che sia la fine del sale sulle strade e del pericolo del ghiaccio nel periodo invernale?

Le ultime news video


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News