a cura di Redazione Automobilismo - 26 novembre 2019

Seggiolini antiabbandono: caos ma multe ancora in vigore?

Nonostante il caos scoppiato per la mancanza dei dispositivi nei negozi, il Governo sarebbe ancora al vaglio di una moratoria. Intanto le multe in teoria sono ancora in vigore.

1/5

Caos vero

L’obbligo, di far viaggiare in auto i bambini sotto i quattro anni di età sui seggiolini con dispositivi antiabbandono, è scattato lo scorso 7 novembre ma fin da subito è scoppiato il caos. Tanto i negozianti quanto gli automobilisti si sono fatti cogliere impreparati dall’introduzione di questa nuova normativa che, ricordiamo, era stata approvata già prima dell’estate ma era semplicemente in attesa della definizione di quali caratteristiche tecniche dovessero rispettare tali dispositivi di sicurezza.

Tutti impreparati

Ma cosa ha generato tutto questo caos? Semplice, la mancanza nei negozi di tali dispositivi al moment dell’entrata in vigore della nuova norma, la folle corsa degli automobilisti all’acquisto di uno di tali sistemi di sicurezza per non farsi trovare in difetto rispetto alla legge, l’invitabile impennata dei prezzi e una confusione quanto mai totale tanto sulle caratteristiche che questi dispostivi debbono avere, quanto sulla loro omologazione di conformità e, infine, sulla reale data di entrata in vigore della nuova normativa e delle corrispettive sanzioni pecuniarie (molti credevano che dovessero passare i soli 120 giorni a partire dal 7 di novembre).

Multe ancora valide

La cosa però ancora più strana è che in questo forte caos, in una tale impossibilità per gli automobilisti di adeguarsi alla nuova normativa e nonostante le promesse da parte del Governo di uno stop alle sanzioni almeno in questa prima fase, ad oggi lo stesso Governo sarebbe ancora al vaglio di una moratoria con le multe che, in teoria, sarebbero ancora pienamente in vigore. Prestate quindi attenzione perché, nonostante la ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha promesso di posticipare al 1° marzo 2020 l’avvio delle multe per i non provvisti del dispositivo, attualmente le multe sono in vigore e ammontano a 83 euro di sanzione pecuniaria e ben 5 punti sulla patente come pena accessoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News