Coronavirus: sospensione multe e maggiore tempo per l’assicurazione

Sospeso il pagamento delle multe e il fare ricorso al giudice di pace o al prefetto mentre incrementato fino a un mese dopo la scadenza il termine di pagamento delle polizze assicurative RC Auto.

1/8

Multe sospese fino al 3 aprile

Rilasciate finalmente alcune precisazioni dopo l’entrata in vigore del decreto Marzo o Salva Italia. Dopo quindi le disposizioni in merito a patenti di guida e revisioni auto – trovate QUI e QUI i nostri articoli a riguardo – ecco arrivare le nuove direttive in materia di multe e assicurazioni auto. In un periodo di forte crisi come questo il Governo ha deciso di sospendere fino al 3 aprile il pagamento delle multe per infrazioni al codice della strada. Non scatterà quindi alcun tipo di mora per chi non pagherà la sanzione entro i 60 giorni consentiti per il versamento. Nello stesso periodo però non si potrà fare ricorso al giudice di pace o al prefetto e sarà purtroppo sospeso anche il termine per la notifica dei verbali con i comuni che potranno sforare i consueti 90 giorni fra rilevamento dell'infrazione e invio delle multe. Salvo diversa indicazione, dunque, tutte le scadenze interrotte riprenderanno a decorrere solo a partire dal 4 aprile.

Esteso termine di pagamento RC Auto

Discorso simile per il pagamento delle polizze assicurative RC Auto che, sottolineiamo, non sono stati sospesi o rimandati ma è stato esteso il periodo di validità una volta raggiunta la data di scadenza. Se fino ad oggi il cittadino aveva a disposizione 15 giorni di polizza aggiuntiva oltre la scadenza per potersi mettere in regola con il pagamento, ora questo periodo è stato esteso fino a un mese ma il premio assicurativo va comunque pagato. Precisiamo oltremodo però che i 30 giorni, entro cui l’impresa di assicurazione è tenuta a mantenere operante la garanzia prestata con il contratto assicurativo fino all’effetto della nuova polizza, valgono solamente per la copertura RC obbligatoria mentre, se il premio non viene pagato, non sono valide le eventuali garanzie aggiuntive stipulate (Furto e incendio, assistenza legale, Infortuni conducente, ecc). Questa misura varrà fino al 31 luglio 2020 e integra al suo interno anche un’altra clausola che prevede che i termini per l’offerta di risarcimento in caso di incidente, se necessario un perito o un medico legale, sono prorogati di altri 60 giorni (da 60 a 120 in assenza di CID e da 30 a 90 in caso di presentazione del CID oppure in caso di sinistri con lesioni a persone, il periodo passa da 90 a 150 giorni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News