Coronavirus: proroga di tre mesi per le revisioni auto?

Un nuovo decreto potrebbe portare a un rinvio di ben 3 mesi (90 giorni) alle revisioni auto che scadono all’interno del periodo di quarantena.

1/5

Stando alle indiscrezioni trapelate nientemeno che dall’Ansa, il Governo sarebbe al vaglio di un nuovo decreto anti-Coronavirus, all’interno della cui bozza sarebbe presente la possibilità di rinviare la revisione auto di ben tre mesi (90 giorni) decorrenti dalla scadenza ordinaria. La motivazione sarebbe dettata dall’iimpossibilità per gli automobilisti di portare il proprio mezzo in officina durante questo periodo in cui sono in vigore misure di contenimento del Covid-19, che impongono ai cittadini di rimanere a casa il più possibile. Discorso analogo potrebbe essere fatto per il rinnovo delle patenti. Dopo, infatti, il rinvio degli esami per chi deve predere la patente, il Governo sta pensando ora a una proroga fino al 30 giugno di tutte quelle patenti in scadenza fino al 29 giugno.

Aggiornamento Decreto Marzo o Cura Italia

Revisioni spostate al 31 ottobre

Con l’entrata in vigore del decreto Cura Italia approvato ieri (16 marzo 2020), che dovrebbe essere pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ma di cui al momento circola soltanto una bozza, il Governo ha dato il via libera alla circolazione dei che entro il 31 luglio dovranno essere sottoposti a revisione o a visita e prova in seguito alla modifica delle caratteristiche tecniche. Questo via libera avrà valore fino al 31 ottobre 2020. Chi ha la revisione in scadenza in questo periodo può quindi rimandare la visita in officina di 90 giorni oltre la scadenza ordinaria vista l'impossibilità di portare il proprio mezzo alla revisione a causa delle misure di contenimento alla diffusione del virus. “Le rigide misure di contenimento della diffusione del Coronavirus, e in particolare quelle che incidono sulla mobilità, assistite da sanzioni, non consentono di rispettare le scadenze stabilite dalla legge per la revisione generale o parziale delle categorie di veicoli a motore e dei loro rimorchi. È necessario pertanto prorogare il termine ordinario di revisione periodica”.

Patenti valide fino al 31 agosto

Con lo stesso provvedimento il Governo ha deciso di prorogare fino al 31 agosto 2020 la scadenza di tutte quelle patenti scadute o che scadranno successivamente all'entrata in vigore del decreto. In questo modo chi sarà obbligato a dover utilizzare la propria auto per motivi di lavoro o salute o esigenze comprovate non rischierà nulla anche se la propria patente fosse appena scaduta o scada tra marzo e aprile, una condizione simile quindi alla revisione periodica dell'auto. Allo stesso modo tutti i fogli rosa con scadenza compresa tra il 1° febbraio e il 30 aprile 2020 sono prorogati fino al 30 giugno 2020. “Si tratta di una misura che ha la funzione di evitare l’aggregazione di persone negli spazi degli uffici aperti al pubblico che non consentono di rispettare agevolmente un'adeguata distanza interpersonale, con l’effetto di ridurre l’esposizione al rischio di contagio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News