a cura di Redazione Automobilismo - 05 settembre 2019

Autovelox anti rumore? Tempi duri per gli amanti delle elaborazioni

Un dispositivo per ora sperimentale che ha però già trovato applicazione nel Regno Unito e in Francia con alcune installazioni in posti strategici.

1/3

Tempi duri

Gli amanti dello scarico libero o dei motori un pò troppo "rumorosi" potrebbero presto trovarsi nei guai. Stando, infatti, alle ultime indiscrezioni giunteci in redazione, potrebbe arrivare molto presto sulle nostre strade il cosiddetto autovelox anti-rumore, una sorta di radar in grado di captare e sanzionare le vetture ritenute troppo rumorose. Un vero e proprio segugio in grado di rilevare e sanzionare qualsiasi mezzo a motore, sia esso a due o quattro ruote, che abbia installata una marmitta non omologata semplicemente basandosi sul livello di emissione sonora rilasciata dalla stessa marmitta.

Multa facile

Una volta rilevato il veicolo irregolare, l’innovativo dispositivo sarebbe pure in grado di fotografare la vettura e di conseguenza sanzionarla, esattamente come avviene con un normale velox per il rilevamento della velocità massima. Una sorta di fonometro in grado insomma di rilevare effettivamente quale sia la vettura a emettere un tale rumore e di sanzionarla con multe salatissime, non più rilevando i km/h bensì i decibel emessi dalla vettura.

Presto in tutta Europa?

Attualmente il moderno dispositivo sarebbe stato installato nel Regno Unito e in Francia con alcune installazioni in posti strategici e potrebbe presto essere adottato anche in Svizzera, almeno stando a quanto dichiarato dal media svizzero Tio.ch. E in Svizzera si sa che con la legge e il codice della strada non si scherza. Nella fase iniziale i nuovi dispositivi dovrebbero essere attivati unicamente in fase sperimentale per capirne le potenzialità e al tempo stesso i limiti o difetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News