a cura di Redazione Automobilismo - 02 November 2018

Auto del futuro: l’abitacolo avrà sofisticate telecamere 3D

Esattamente come quelle adottate all’esterno delle nuove auto, queste telecamere, ideate e progettate da ZF, punteranno a monitorare gli occupanti per migliorare comfort e sicurezza.
  • Salva
  • Condividi
  • 1/12

    Vi sarete sicuramente accorti che le nuove auto sono sempre più costellate di sensori laser, telecamere e radar. Ausilii, per ora installati unicamente all’esterno della vettura, essenziali per far funzionare tutti gli ultimi sistemi di sicurezza e assistenza alla guida. Queste stesse tecnologie saranno, inoltre, alla base della futura guida autonoma vera e propria cioè quel tanto decantato Livello 5 che permetterà al conducente e ai passeggeri di dimenticarsi completamente della guida per potersi concentrare, invece, sui propri interessi.

    Telecamere 3D innovative

    Se però queste telecamere fin’adesso sono state montate unicamente all’esterno per poter tenere sotto controllo ciò che avviene per strada e per poter comunicare con le infrastrutture, non si era ancora mai pensato di installare dei sensori simili che agissero all’interno della vettura. Ecco allora che ZF, la multinazionale tedesca produttrice di componenti per l'industria dei trasporti, ha dichiarato di voler sviluppare una nuova serie di telecamere 3D altamente tecnologiche da installare all’interno dell’abitacolo, sensori in grado di tenere sotto controllo e interagire con gli occupanti la vettura con lo scopo di migliorarne il comfort a bordo e incrementarne la sicurezza nella più disparate situazioni.

    Si prende cura di noi

    Denominato IOS (Interior Observation System), questo sistema di telecamere 3D sarà in grado di monitorare costantemente tutto quello che avviene in abitacolo. Come una sorta di grande fratello, queste telecamere potranno non solo prendersi cura di noi dal punto di vista del comfort, modificando per esempio le impostazioni del clima, quelle della seduta o delle tendine parasole, ma avranno anche il compito di incrementare la nostra sicurezza, ricordandoci di mettere la cintura, verificando il numero di occupanti a bordo, la relativa posizione di questi rispetto agli oggetti in abitacolo, ecc ecc.

    Sicurezza in primis

    Conoscendo l’esatto numero di occupanti e la precisa posizione di queste persone all’interno dell’abitacolo, il sistema sarà in grado di intervenire preventivamente in caso di pericolo o incidente, avvisando gli occupanti e preparando adeguatamente le cinture di sicurezza, gli airbag e tutti i sistemi di sicurezza a questi connessi. Lo stesso sistema potrebbe però essere utile anche per non dimenticare un bambino in auto, tematica molto sentita specie nell’ultimo periodo. Sapendo, infatti, precisamente il numero di persone a bordo e la loro dislocazione, il sistema sarebbe in grado di avvisare il conducente in caso di dimenticanza del neonato, inviando sms informativi, e i presenti nella zona della vettura, aprendo tettuccio e finestrini e azionando il clacson come allarme.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Le ultima anteprime