Alfa Romeo Tonale: dal 2022 in concessionaria

Con la presentazione prevista per settembre di quest’anno la seconda Suv del Biscione arriverà in concessionaria agli inizi del 2022.

1/3

Uno dei modelli più attesi in questo periodo è il Suv compatto della Casa di Arese. Stiamo parlando naturalmente dell’Alfa Romeo Tonale, il Suv compatto del Biscione, che, dopo aver fatto la sua comparsa sulle scene internazionali allo scorso Salone dell’auto di Ginevra, si appresta a fare la sua comparsa anche sulla catena di montaggio dello stabilimento di Pomigliano d’Arco. Svelata sotto forma di prototipo a marzo 2019, l’Alfa Romeo Tonale potrebbe presto diventare realtà sulle nostre strade. Diretta concorrente di Suv e crossover di medie dimensioni, la seconda vettura a ruote alte della Casa di Arese verrà svelata a settembre 2021 per poi essere definitivamente commercializzata all’inizio del prossimo anno. Pronto anche l’impianto di Pomigliano d’Arco che ospiterà la sua catena di montaggio e si occuperà di dare vita agli esemplari che solcheranno le nostre strade. Lunga circa 450 cm, l’Alfa Romeo Tonale fa sfoggio della stessa meccanica della Jeep Compass e per questo potremo vederla fin da subito anche nella variante ibrida plug-in con una potenza massima di 240 Cv.

Nonostante questa scelta a livello di piattaforma, dai vertici hanno già precisato che la Tonale sarà comunque un crossover compatto votato più al comfort e al piacere di guida che alle performance. Un modello insomma che cercherà di fare volumi e di riacquistare una buona fetta di clienti anche tra quelli che normalmente non scelgono Alfa Romeo. Per questo motivo, una volta uscito dagli stabilimenti di Pomigliano d’Arco, il compatto C-Suv di Arese potrà vantare sotto il cofano o un propulsore ibrido plug-in o uno mild-hybrid. La versione top di gamma sarà equipaggiata con un 4 cilindri 2 litri T4 da 330 CV. A quest’ultimo verrà affiancato un motogeneratore elettrico da 48 V, per il supporto del motore termico nelle ripartenze e nelle fasi di massimo carico, così da formare il classico schema Mild-hybrid (MHEV). Per quanto concerne, invece, la versione con presa di ricarica la Alfa Romeo Tonale dovrebbe avvalersi dello stesso sistema già pronto per Renegade e Compass, un 4 cilindri benzina da 1,3 litri e da 240 CV abbinato a un motore elettrico. Parlando, infine, di motorizzazioni tradizionali benzina e diesel, purtroppo non si hanno ancora conferme certe ma solo indiscrezioni della rete. Potrebbero quindi arrivare il tre cilindri benzina da 120 CV e gli attuali millesei e duemila Multijet da 120 e 140 CV ma tutto è ancora da confermare. Con questa configurazione la sua trazione di base sarà sicuramente anteriore e non posteriore come avviene con il fratello maggiore Stelvio che, invece, adotta la piattaforma Giorgio. Vi sarà naturalmente la possibilità di ordinare la Tonale anche in versione integrale ma purtroppo niente trazione posteriore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News