a cura di Redazione Automobilismo - 08 agosto 2019

Tesla Autopilot: di nuovo sotto un camion, questa volta a 100 km/h

Nuova gatta da pelare per Tesla con il suo Autopilot che ha causato l’ennesimo incidente purtroppo mortale.

1/7

Secondo quanto riportato dal South Florida Sun una Tesla e il suo Autopilot, il sistema di guida semi-autonoma del costruttore americano, sarebbero nuovamente colpevoli di aver causato un incidente, questa volta pure mortale. A perdere la vita è stato, infatti, lo stesso conducente dell’auto, il quale viaggiava su una Tesla in modalità di guida automatica ad una velocità oltre il 100 km/h.

Purtroppo per cause non ancora ben definite su una strada con limite a 55 miglia orarie la vettura di Elon Musk si è letteralmente infilata sotto un camion che si stava immettendo da una via laterale. Il camion avrebbe inizialmente rallentato e poi tagliato la strada alla Tesla che, secondo le prime indagini, incapace di rilevare un veicolo che si immette nel traffico e incrocia la traiettoria della vettura, è passata sotto il rimorchio senza rallentare. Sembrerebbe che l’Autopilot non sia stato in grado di reagire per tempo per tentare di evitare il mezzo pesante, schiantandosi in questo modo a oltre 100 km/h, perdendo il tetto e facendo perdere la vita al proprio proprietario.

Secondo il legale della famiglia Tesla pubblicizzerebbe in modo fuorviante il proprio sistema, facendo credere ai proprietari di Tesla di essere nettamente più al sicuro con il sistema attivato. Tesla, invece, ha affermato come un uso attento del sistema porti a un livello di sicurezza maggiore. Sta di fatto che le indagini proseguono e che Tesla, il conducente del camion e la sua compagnia sono stati citati in giudizio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News