MINI Cabrio 2021, aperta al piacere

L’arrivo della nuova gamma delle Mini ha portato una grande ventata di novità per tutti gli appassionati del marchio...

1/25

L’arrivo della nuova gamma delle Mini ha portato una grande ventata di novità per tutti gli appassionati del marchio inglese di proprietà Bmw che con il model year 2021 potranno anche scegliere la versione Cabrio in un’inedita variante cromatica denominata Zesty Yellow. Rispetto alle altre tonalità, questa va ad impreziosire anche la fascia del paraurti anteriore che ora, infatti, non è più nera, ma in colore con la carrozzeria.

Tra gli altri tratti caratteristici individuabili ad un primo impatto non mancano la grande griglia esagonale del radiatore e i nuovi alloggiamenti per i gruppi ottici a Led sistemati all’avantreno e che adesso introducono delle prese d’aria verticali al posto dei soliti fendinebbia. Lateralmente, invece, la nuova Mini Cabrio Zesty Yellow include i bordi dei passaruota con dei contorni inediti che si aggiungono al design Union Jack sempre a Led dei fari presenti al posteriore.

Da buona Cabrio che si rispetti, questa vettura propone ovviamente un tettuccio in tessuto a funzionamento elettrico che si apre e si richiude anche in movimento fino a 30 km/h in un tempo massimo di 18 secondi.

Di serie la tonalità è quella nera, ma a richiesta si può optare per la versione Mini Yours con motivo Union Jack in titanio oppure per la Sidewalk Edition con design a freccia. Se poi il nuovo Zesty Yellow non dovesse piacere, la nuova Mini Cabrio 2021 potrà essere acquistata anche nelle colorazioni Island Blue Metallic e Rooftop Grey Metallic, abbinabili addirittura a cinque motivi diversi per i cerchi in lega da 17 o 18 pollici.

E le motorizzazioni? Il brand ha riservato per la Cooper open-air una gamma di benzina a tre e quattro cilindri, tutti provvisti di tecnologia TwinPower Turbo e omologati Euro 6d. Al top l’equipaggiamento John Cooper Works con il 4 cilindri in linea turbo da 231 Cv capace di coprire lo 0-100 in 6,5 secondi e con il cambio automatico a otto rapporti. Il look da roadster è accentuato dal fatto che non c’è un roll-bar fisso e visibile: il sistema di protezione fuoriesce soltanto in caso di ribaltamento imminente della vettura.

L’abitacolo è ben rifinito come nella versione chiusa. E si ripiega lo schienale del divano dietro per aumentare la capacità del bagagliaio, anche se è più capiente di 35 litri rispetto a prima. Pratica la possibilità di sollevare la capote di circa 30 cm quando è aperta per ampliare l’accesso al bagagliaio.

Infine i prezzi: si parte da 25.600 euro e si arriva a 45.000 euro per la Cabrio JCW la più potente a listino. O La versione open air di Mini Cooper ha ricevuto in dotazione un’esclusiva e inedita tonalità gialla, ribattezzata Zesty Yellow, disponibile anche sul modello più sportivo e prestazionale: la John Cooper Works spinta dal 4 cilindri turbo da 231 Cv

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA