a cura di Redazione Automobilismo - 14 gennaio 2020

Autovelox Autostrada A4 (Torino - Milano): dopo Chivasso è l’ora di Arluno

Due nuove postazioni per il rilevamento della velocità massima istantanea terranno sotto controllo gli automobilisti dal piede pesante.

1/2

Sembra essere la fine di un’era, quella di una delle poche autostrade – in questo caso ci riferiamo alla A4 Torino-Milano – ancora prive di autovelox fissi e sistema Tutor. Si perché, dopo l’installazione di una postazione fissa nei pressi di Chivasso di cui vi avevamo già parlato in un nostro precedente articolo (QUI per saperne di più), è arrivata in redazione la notizia di una nuova postazione questa volta nei pressi di Arluno. Il primo autovelox fisso è stato posizionato per la precisione al 18° chilometro in direzione Rondissone (quindi Milano) all'altezza dello svincolo di Chivasso Est e rileverà solo i veicoli in direzione Milano. Il secondo e nuovo autovelox fisso è stato, invece, posizionato nei pressi di Arluno e rileverà solo i veicoli in direzione Torino.

Per ora non dovrebbero essere attivi perché serve il tempo necessario ai tecnici di posizionare e testare la fotocamera per il rilevamento delle infrazioni giornaliere e notturne. Prima della messa in funzione servono oltremodo la dovuta segnaletica stradale e luminosa per indicarlo agli automobilisti in transito e la corretta informazione degli automobilisti sui media locali e nazionali. Anche una volta attivi comunque non dovrebbero essere due velox fissi attivi 24 ore su 24 7 giorni su 7 ma saranno in aiuto alle Forze dell’Ordine per organizzare i controlli con le telecamere che rilevano la velocità che, a servizio concluso, verranno smontate lasciando la colonnina vuota. Un apparecchio per la rilevazione delle irregolarità stradali che sarà in mano dal punto di vista della gestione alla sottosezione della polizia stradale di Novara Est, competente sul territorio e su quel tratto dell'autostrada Torino-Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News