Statistiche web
di Andrea Brambilla
31 January 2024

A Milano è (ancora) allarme smog

La regione Lombardia si è vista costretta a vietare la circolazione, senza nessuna esclusione, alle auto più inquinanti. Nel mirino tutti i veicoli Euro 0 e 1 (con qualsiasi alimentazione) oltre gli Euro 2, 3 e 4 a gasolio

Divieto alla circolazione

E’ da martedì 30 gennaio che sia a Milano città che nell'hinterland, sono in vigore le misure temporanee di primo livello per combattere l’inquinamento e rendere l’aria più respirabile ai milanesi. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stato il sesto giorno consecutivo, domenica 28, in cui si sono superati i limiti consentiti di Pm10. Pensate che nel solo mese di gennaio i giorni con valori di smog oltre la soglia limite sono stati addirittura 10. Le norme europee tollerano lo sforamento del “muro” dei 50 microgrammi di Pm10 soltanto per 35 giorni all’anno. Non serve un matematico per capire che si va avanti con questo ritmo ad aprile potremmo trovarci in una situazione ben peggiore.

Nessuno sconto

Il provvedimento della Regione Lombardia limita la circolazione, tutti i giorni nella fascia oraria dalle 7.30 alle 19.30, per tutti i veicoli Euro 0 e 1 di qualsiasi alimentazione e per i veicoli Euro 2, 3 e 4 a gasolio. Rispetto all’Area C, le limitazioni si applicano anche nelle giornate di sabato e di domenica e coinvolgono anche i veicoli Euro 4 diesel commerciali anche se con Fap e gli Euro 0 e 1 a GPL e metano. Anche gli autoveicoli che hanno aderito a Move-In, il sistema per poter circolare con auto soggette limitazioni e acronimo di Monitoraggio dei Veicoli Inquinanti, non potranno circolare proprio come gli altri veicoli inquinanti.

Limitazioni non solo a Milano

Lo stop alle vetture più inquinanti non riguarda soltanto la città di Milano, le limitazioni sono infatti attive in tutti i comuni sopra ai 30mila abitanti e in quelli che volontariamente hanno firmato il protocollo. Sul sito della Regione Lombardia è possibile trovare la lista completa dei comuni in cui, per il momento, non sarà più possibile circolare con un auto inquinante: Milano, Paderno Dugnano, Rozzano, Cernusco sul Naviglio, Pioltello, Cologno Monzese, Bollate, Cinisello Balsamo, Corsico, Legnano, San Donato Milanese, Rho, Segrate, Sesto San Giovanni, San Giuliano Milanese, Abbiategrasso, Cormano.

Non solo blocco del traffico

Oltre alla stretta sulle automobili è in vigore il divieto di “combustioni e di accensione di fuochi all’aperto" oltre che quello di "tenere temperature superiori a 19°C nelle abitazioni e negli esercizi commerciali". Non si potrà neanche più "utilizzare generatori a legna per riscaldamento domestico di classe emissiva fino a 3 stelle compresa". Si tratta di provvedimenti che non fanno certo piacere ai cittadini lombardi tuttavia l’intento è quello di migliorare la qualità dell’aria che stiamo respirando che è davvero troppo, troppo, inquinata.

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA