Nuova Renault Clio: sarà anche ibrida?

19 July 2018
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/2
    La quinta serie della segmento B francese proporrà motorizzazioni benzina, diesel e un inedito powertrain ibrido. Non mancheranno nuovi sistemi di assistenza alla guida.

    Le foto giunteci in redazione ritraggono i ben camuffati muletti della futura Renault Clio, impegnata nei consueti collaudi di rito. La quinta generazione dell’utilitaria francese dovrebbe, infatti, fare la sua comparsa sulla scena internazionale al prossimo Salone di Ginevra, apportando molte e significative novità.

    Si rifà il trucco

    Sul fronte estetico la Renault Clio 2019 dovrebbe avere dimensioni molto simili all'attuale generazione del 2012 seppur con un passo aumentato in vista di una superiore abitabilità per i passeggeri posteriori. La silhouette, inoltre, riprenderà il corso stilistico già visto sulla Scenic con fari anteriori più sottili e a sviluppo orizzontale. Non mancheranno, come da consuetudine, le maniglie delle portiere posteriori nascoste nei montanti.

    Nuova Renault Clio: sarà anche ibrida?

    Occhio vigile

    Anche gli interni dovrebbero ricevere una ventata di freschezza con un abitacolo fortemente rinnovato nel design e nella tecnologia. Mentre sul fronte della sicurezza, potendo contare sulla telecamera posta dietro al parabrezza e sul radar installato nel paraurti anteriore, assisteremo all’introduzione di sistemi di sicurezza e assistenza alla guida in grado anche di gestire velocità e traiettoria in autostrada.

    Pure ibrida?

    Sotto pelle, infine, assisteremo all’introduzione del nuovo 1.0 litri turbo benzina in luogo del precedente 0.9 litri 3 cilindri, all’aggiornamento del 1.5 litri turbodiesel e all’utilizzo del nuovo 1.3 litri (TCe) turbo benzina da 150 CV già visto su Renault Scenic e sulla nuova Mercedes Classe A. Si vocifera però anche di una variante mild hybrid a 48 Volt che potrebbe equipaggiare anche la nuova Captur.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta