Statistiche web
29 November 2023

Nuova Dacia Duster 2024: anche full hybrid

Grazie alla nuova piattaforma CMF-B la nuova Duster offre una migliore abitabilità senza crescere nelle dimensioni. Debutta la versione full hybrid da 140 CV

Quando si parla di Dacia, il primo pensiero va al concetto di low cost, ma Duster è qualcosa di diverso, perché questo SUV medio presentato nel 2010 è diventato l’icona del marchio rumeno, sia per le sue doti di robustezza e affidabilità, sia per un design che si è continuamente evoluto per tenere il passo di una concorrenza sempre più difficile da contrastare. Ma il rapporto qualità/prezzo/dotazioni di Duster è sempre stato vincente, come conferma un successo commerciale che si può quantificare negli oltre 2,2 milioni di esemplari venduti, di cui circa 300.000 sul mercato italiano. L’apprezzamento per questo modello è confermato anche dagli oltre 40 premi che ha ricevuto, ma anche dal fatto che nel 2022 Duster è stato il SUV più venduto ai clienti privati in Europa in tutti i segmenti. Il nuovo modello si fa subito notare per un look più moderno e accattivante sì, ma sempre basato su funzionalità e praticità.

Hybrid, mild-hybryd o GPL

1/3

La gamma propone tre motorizzazioni, con la novità assoluta rappresentata dall’adozione della tecnologia full hybrid introdotta da Jogger. Il “cuore” del sistema è un 4 cilindri di 1,6 litri da 94 CV, associato a due motori elettrici, uno da 49 CV e uno starter/generatore ad al tensione e un cambio automatico elettrificato. Quest’ultimo adotta 4 rapporti per il motore termico e 2 per quello elettrico. La frenata rigenerativa, associata alla capacità di recupero energetico della batteria da 1,2 kWh (230V) e al rendimento del particolare cambio automatico, consente di circolare in città fino all’80% del tempo in modalità elettrica e di ridurre i consumi del 20% e del 40% rispettivamente nel ciclo misto e in quello urbano. Un livello di elettrificazione inferiore è proposto invece dalla Duster TCe 130, che sfrutta un 3 cilindri da 1,2 litri a ciclo Miller con sistema mild hybrid da 48V che interviene in fase di avviamento e accelerazione. Il motore TCe 130 è associato al cambio manuale a 6 rapporti e alla trazione anteriore o integrale. La terza opzione è Duster ECO-G 100 con alimentazione bifuel benzina-GPL, una tecnologia sempre adottata d Dacia, che è diventata leader del GPL in Europa. Questa versione è accreditata di un’autonomia fino a 1.300 km grazie ai due serbatoi dalla capacità utile complessiva di circa 100 litri: 50 litri di benzina e 50 litri di GPL.

Nuovo sistema multimediale

1/2

Duster è offerto negli allestimenti Essential, Expression, Extreme e Journey. A partire da Expression, la dotazione di serie include il nuovo sistema multimediale con schermo da 10,1 pollici per entrambe le offerte multimediali: Media Display e Media Nav Live. La prima propone un dispositivo audio con 4 altoparlanti e connettività wireless Apple CarPlayTM e Android Auto TM, mentre la seconda, di serie sull’allestimento Journey e in opzione su Extreme, aggiunge la navigazione connessa con informazioni in tempo reale sulle condizioni del traffico e sistema audio Arkamys 3D a 6 altoparlanti. Nel livello di allestimento di ingresso Essential, il Media Control è un sistema multimediale che può essere utilizzato con i comandi al volante, mentre la visualizzazione delle informazioni multimediali è affidata al display da 3,5” del computer di bordo. Comprende anche 4 altoparlanti, connessione Bluetooth, porta USB e supporto per Smartphone integrato nella plancia. Una volta connesso alla App gratuitaDacia Media Control, si possono gestire le funzioni radio e multimediali e accedere a tante altre funzionalità tramite il display dello smartphone. Da segnalare anche il nuovo computer di bordo con schermo da 7” personalizzabile a partire dall’allestimento Expression, mentre Journey propone il caricabatterie wireless per smartphone sulla consolle centrale, che è invece optional per l’allestimento Extreme. L’impiego del pianale CMF-B ha consentito di migliorare l’abitabilità, in particolare per quanto riguarda la larghezza a disposizione dei passeggeri anteriori, ma anche lo spazio a livello delle ginocchia di quelli posteriori. Il volume del bagagliaio è invece cresciuto del 6%, per un totale di 472 litri per la versione a 2 ruote motrici.

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA