03 May 2022

Nuova BMW Serie 7, un'ammiraglia veramente maiuscola

La nuova generazione della Serie 7 è proposta per la prima volta con un powertrain elettrico derivato dalla Suv iX e destinato alla i7, che si affianca alle versioni termiche plug-in hybrid a benzina e diesel mild hybrid. Super tecnologico l’abitacolo, equipaggiato come una lounge di prestigio...

1/47

Che la battaglia abbia inizio: diamo il benvenuto alla nuova Bmw Serie 7 da sempre la rivale designata della Mercedes Classe S. Ci attendono molti test di confronto e benchmark nelle prossime settimane, in quanto non stiamo parlando soltanto di una lotta all’auto più bella, ma anche alla più elegante, tecnologica, comoda e potente oltre che elettrica.

Le differenze nel design sono sorprendenti, ma aiutano a distinguere in modo netto le due vetture.

Come è noto la Bmw Serie 7 ha preferito sempre sfoggiare un’eleganza potente e dinamica, mentre la Mercedes Classe S è rimasta la più convenzionale delle due. Per cominciare, possiamo dire con una discreta certezza che entrambi i due modelli di lusso restano i fiori all’occhiello dei rispettivi e che si tratta di due vetture fantastiche. La Bmw Serie 7 è proposta per la prima volta anche in versione 100% elettrica.

Le novità tecnologiche attese sono molte e anche il design si preannuncia una svolta per il nuovo family feeling Bmw. Le auto grandi della Casa dell’Elica di Monaco, infatti, saranno dotate di un nuovo frontale con fari su due livelli. Qualcosa di simile a quanto già visto in occasione del restyling della X7.

Con luci diurne sul livello superiore e con abbaglianti e anabbaglianti sul livello inferiore, non dovrebbero mancare nuove tecnologie di illuminazione, come i fari a matrice di Led con una nuova generazione di abbaglianti laser ancora più potenti.

Tecnologia quest’ultima introdotta alcuni anni fa sulla precedente generazione di Serie 7 e finora attivabile soltanto su alcuni tratti autostradali predefiniti a velocità molto elevate. Nella parte bassa del fascione spiccano i grandi deflettori dell’aria a forma di pinna.

I fari posteriori invece presentano un disegno a “L” piuttosto schiacciato, per enfatizzare i muscoli della coda, che si raccorda alla nervatura alla base dei finestrini e corre lungo tutta la fiancata.

Ma le innovazioni per quanto riguarda lo stile non dovrebbero fermarsi al design esterno, a bordo dovremmo trovare il nuovo Drive 8. Le novità hanno interessato anche il confort per i passeggeri posteriori che possono disporre di uno schermo da 31 pollici per il sistema di infotainment e di nuovi sedili regolabili elettricamente.

Per tutte le versioni l’abitacolo è super tecnologico di ultima generazione. I sistemi My Modes permetteranno la personalizzazione dell’ambiente dell’auto e delle caratteristiche di guida secondo il proprio gusto. Lungo tutto il cruscotto troveremo invece un mega display ricurvo che fonde il monitor per l’infotainment e del quadro strumenti in un unico dispositivo.

A questo si aggiungerà l’Interaction Bar, una striscia luminosa touchscreen presente sulle portiere che oltre a far parte dell’illuminazione ambientale conterrà al suo interno alcuni pulsanti integrati. Sempre a bordo della nuova Bmw Serie 7 si potrà inoltre usufruire della luminosità del tetto panoramico in vetro Sky Lounge, che trasmetterà quindi anche una sensazione di maggior spazio a bordo. Infine, sempre secondo quando anticipato dalla Casa di Monaco, i passeggeri posteriori potranno trasformare la vettura in una sala cinematografica con il BMW Theatre Screen, ossia uno schermo di 31 pollici con risoluzione 8K che esce dal rivestimento del tetto.

Sotto il cofano della nuova generazione dell’ammiraglia bavarese è la grande novità rappresentata dall’elettrica i7 che debuttare al fianco delle versioni termiche plug-in hybrid a benzina e diesel mild hybrid con l’obiettivo di rispondere innanzitutto all’analogo modello a batteria del concorrente di sempre la Mercedes EQS. La versione 100% elettrica dell’ammiraglia siglata xDrive 60 utilizzerà un powertrain derivato da quello del Suv iX accreditato di 544 Cv di potenza e 745 Nm di coppia: accreditata di un’autonomia di oltre 600 km aggiunte poi prestazioni da sportiva si razza a partire da un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 4,7 secondi e di una velocità autolimitata di 240 km/h.

La nuova ammiraglia sarà proposta anche in versione a trazione integrale xDrive con la possibilità di richiedere in opzione anche un nuovo sistema di ruote posteriori sterzanti per rendere l’auto maneggevole soprattutto negli ambienti cittadini. L’inedita architettura progettuale dell’elettrica che è prodotta in Cina come altri modelli del brand lascia spazio anche a innovative soluzioni come il 5G per permettere all’ammiraglia, in un futuro non troppo lontano, di comunicare con gli altri veicoli tramite la tecnologia Car2x. In aggiunta disporrà anche di più ampio pacchetto di sistemi di assistenza alla guida come il cruise control adattivo e il sistema di mantenimento corsia ancora più precisi e puntuali rispetto agli attuali e sarà in grado di sorpassare automaticamente in autostrada e di permettere la guida senza mani.

Trattandosi di un’elettrica la i7 è dotata di un frontale chiuso con profilo illuminato simile a quella già introdotto dal concept Bmw XM dal quale la i7 riprende parte del design per quanto riguarda soprattutto il frontale. Insomma di tutto e di più in attesa di vederla dal vivo visto che la vettura avrebbe dovuto debuttare al Salone dell’auto di Pechino poi cancellato all’ultimo momento per covid in Cina. Nella primavera dell’anno prossimo arriveranno poi una motorizzazione a benzina, la 750e xDrive sei cilindri in linea plug-in hybrid da 490 Cv e 700 Nm di coppia per 4,9 secondi da 0 a 100 km/h e una velocità massima autolimitata di 250 km/h.

A cui si aggiungerà la versione M760 sempre plug-in hybrid da 571 Cv e 800 Nm di coppia per 4,3 secondi da 0 a 100 km/h per 250 km/h di velocità massima autolimitata. Nella stessa tempistica di lancio e cioè la primavera 2023 è prevista anche la nuova versione con motore a gasolio la 740d xDrive a sei cilindri in linea, mild hybrid 48V da 300 Cv di potenza massima e 670 Nm di coppia, accreditata di 6,3 secondi da 0 a 100 km/h e di una velocità autolimitata di 250 km/h.

La nuova Serie 7 a gasolio potrebbe probabilmente essere l’ultima unità con questa tipologia di alimentazione per Bmw visto che l’elettrica che potrebbe in futuro anche sostituirla. O L’abitacolo può essere impreziosito con il tetto panoramico Sky Lounge che trasmette anche una sensazione di maggior spazio a bordo di tutto un po' bmw All’esterno la i7 si riconosce per l’espressivo frontale con una griglia a doppio rene illuminata simile presentata sulla concept XM.

1/12

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA