Statistiche web
01 May 2023

McLaren 750S: la più potente e leggera super sportiva di serie del marchio inglese

McLaren 750S è la super sportiva di serie più potente e leggera del marchio inglese. Sostituisce la 720S, è disponibile in versione Coupé e Spider e sotto il cofano monta il V8 biturbo 4.0 potenziato a 750 Cv. Prestazioni: da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi, da 0 a 200 km/h in 7,2” e in 7,3” per la Spider

1/4

La nuova 750S è la McLaren di serie più potente e leggera. Come la 720S, che sostituisce, sarà disponibile in versione Coupé e Spider combina i progressi ottenuti in termini di risparmio di peso, prestazioni del gruppo propulsore, aerodinamica ed eccellenza dinamica per portare l'esperienza di guida a nuovi livelli di riferimento. Circa il 30% dei componenti della 750S sono nuovi o modificati. Con tutte le opzioni in fibra di carbonio disponibili selezionate per ridurre il peso, la coupé ha un peso nella configurazione più leggera a secco di 1.277 kg, che offre un rapporto peso/potenza leader del segmento di 587 Cv per tonnellata. Il peso in ordine di marcia a norma Din di 750S Coupé 1.389 kg, 30 kg meno della 720S.

La 750S Spider è stata progettata con la stessa attenzione alla riduzione del peso. Propone un tetto rigido retrattile (RHT), un sistema di protezione antiribaltamento e una struttura superiore posteriore su misura per la monoscocca realizzata in fibra di carbonio, ma tale è la forza della monoscocca in fibra di carbonio che non si rende necessario alcun rinforzo aggiuntivo. Ciò garantisce che la Spider sia ugualmente impressionante in termini di peso/potenza con 566 Cv per tonnellata, con il suo peso a secco di soli 1.326 kg, mentre il peso in ordine di marcia a norma Din è 1.438 kg, 30 kg in meno rispetto a 720S Spider.

1/3

Per abbassare il peso, tra l’altro, sono stati utilizzati, per l’abitacolo, sedili da corsa rivestiti in fibra di carbonio che sono complessivamente più leggeri di 17,5 kg rispetto ai sedili base di una 720S. I nuovi cerchi forgiati ultraleggeri a 10 razze, inoltre, sono i più leggeri che equipaggiano una McLaren di serie e garantiscono un risparmio di 13,8 kg; il nuovo display della strumentazione è più leggero di 1,8 kg e anche il vetro del parabrezza contribuisce alla riduzione del peso, con un risparmio di 1,6 kg.

Gli ingegneri di McLaren hanno ulteriormente ottimizzato il motore V8 biturbo di 4,0 litri, che ora eroga 750 Cv con una coppia massima di 800 Nm ed è abbinato a un cambio sequenziale a 7 rapporti di derivazione F.1. Rispetto alla trasmissione utilizzata dalla 720S, è stata utilizzata una gestione rivista del kick-down e un rapporto di trasmissione finale più breve del 15%, che porta ad un’accelerazione ancora più rapida: lo 0-200 km/h viene raggiunto in 7,2 secondi (7,3 per la Spider), mentre lo 0-100 km/h dichiarato è 2,8 secondi.

1/3

Per la guida in pista è poi disponibile la nuova funzione di trasmissione "limit downshift": se il guidatore richiede una scalata che porterebbe a un fuori giri del motore, il software di tale funzione riconosce la richiesta ma scala solo quando il regime di rotazione del motore e la velocità della vettura possono essere armonizzati. Questa funzione è disponibile nelle modalità Sport e Track e quando la pressione di frenata supera una certa soglia.

La 750S è dotata di una nuova generazione delle rinomate sospensioni idrauliche collegate Proactive Chassis Control di McLaren e ribattezzata PCC III: combina molle elicoidali passive (che controllano la frequenza di guida); ammortizzatori semi-attivi (con compressione ed estensione completamente controllabili); e un circuito di rollio idraulico al posto delle tradizionali barre antirollio meccaniche. Le modalità selezionabili modificano sia le impostazioni degli ammortizzatori che la rigidità del rollio, per trasformare il carattere della vettura. Con il circuito idraulico in grado di ottenere una rigidità di rollio maggiore rispetto a qualsiasi assetto convenzionale, il rollio della carrozzeria in curva è minimo. Le molle anteriori sono più morbide del 3% rispetto a quelle della 720S e quelle posteriori del 4% più rigide, a vantaggio sia del comfort di marcia che della precisione e del controllo dinamici. Sull'asse posteriore, la maggiore rigidità della molla migliora l'equilibrio del veicolo in pista attraverso un bilanciamento più neutro a metà curva e un supporto superiore al rollio. Il bilanciamento delle molle anteriore-posteriore è stato ulteriormente armonizzato per ottimizzare la guida in autostrada ad alta velocità. Il tutto con un risparmio di peso di 2 kg rispetto alle sospensioni precedentemente utilizzate. La 750S è anche più agile della 720S, forte di una migliore aderenza all'anteriore – resa possibile dalla carreggiata più larga di 6 mm e da una nuova geometria delle sospensioni - e beneficia di uno sterzo elettroidraulico ora più veloce e dotato di una nuova pompa di servoassistenza. Per la guida in pista è disponibile un aggiornamento dei freni studiato per l’impiego estremo e progettato utilizzando dischi carboceramici e pinze monoblocco derivate dalla McLaren Senna, insieme a un nuovo servofreno e a una tecnologia di raffreddamento delle pinze ispirata alla Formula 1. A richiesta anche gli pneumatici Pirelli P ZERO Trofeo R pensati per le corse. Sempre per piantare la vettura a terra e ottimizzare ulteriormente l'efficienza aerodinamica, in McLaren hanno riprogettato anche la superficie dell'alettone posteriore attivo, che è allungato rispetto alla 720S e offre all’aria una superficie maggiore del 20%.

1/3

L’abitacolo propone nuovi display: quello della strumentazione è alloggiato sul piantone dello sterzo (che quindi si sposta in funzione della regolazione dello stesso, mentre quello della 720S era fisso sulla plancia); ai lati di questo display sono stati ricollocati i comandi per selezionare le impostazioni di powertrain e handling e muoversi senza sforzo tra le impostazioni Active Dynamic Comfort, Sport e Track mantenendo le mani sul volante. Debutta poi sulla 750S il McLaren Control Launcher (MCL), un pulsante identificato dal celebre logo "Speedmark" della casa inglese che permette di richiamare direttamente il set di preferenze (relative a aerodinamica, maneggevolezza, powertrain e trasmissione) precedentemente impostato. Per otimizzare l’uso quotidiano della 750S sono stati inoltre aggiornati anche i sistemi di telecamere Rear View e Surround View, così come è stato migliorato il sistema di sollevamento del veicolo, che alza la parte anteriore in soli quattro secondi alla pressione di un tasto.

Le ultime news video

Tags

© RIPRODUZIONE RISERVATA