Statistiche web
19 January 2024

Hyundai Bayon 2024: nuovo look, stessa versatilità

Cambia nell’estetica, riprendendo alcune soluzioni della nuova Kona, si arricchisce nelle dotazioni, ma la seconda generazione del SUV compatto coreano ripropone la stessa versatilità del modello precedente

1/4

L’estetica è sempre più un aspetto determinante nell’acquisto di un’auto, motivo per cui che la Casa coreana ha deciso di rendere più moderno e attuale il look di un modello nato con il principale obiettivo di essere molto pratico e funzionale. Offre infatti un abitacolo e un vano bagagli molto accoglienti in rapporto alle dimensioni relativamente compatte (4,18 metri in lunghezza). Lo stile del frontale riprende le soluzioni stilistiche della nuova Kona, mentre la vista laterale ripropone lo stesso profilo cuineiforme, ma dal look più moderno grazie al nuovo design dei cerchi in lega, offerti nelle misure di 16 e 17 pollici. Cambia anche il design dei gruppi ottici posteriori e dello scudo paracolpi e debuttano nuove tinte per la carrozzeria: Lumen Grey Pearl, Meta Blue Pearl, Lucid Lime Metallic e Vibrant Blue Pearl, che possono essere abbinate al tetto a contrasto in Phantom Black.

Aggiornamenti Over the Air

1/3

Rivisto anche l’abitacolo, in cui spicca la plancia, che alloggia un cockpit digitale all'avanguardia, mentre le funzioni di infotainment sono state migliorate con l'introduzione degli aggiornamenti delle mappe Over the Air (OTA). Il sistema multimediale propone uno schermo da 10,25 pollici integrato da Apple CarPlay e Android Auto wireless. Disponibile anche il cluster digitale configurabile da 10,25 pollici – già molto apprezzato nella versione precedente – cui si aggiunge il caricatore wireless e l'ultimo aggiornamento della telematica Bluelink. Nel nuovo modello tutte le luci interne sono a LED, con la tecnologia di ambient lighting anteriore multicolore che consente ai passeggeri di modificare il colore diffuso in abitacolo.

Tanti sistemi di sicurezza

Il SUV di accesso alla gamma Hyundai propone una serie di dispositivi di ausilio alla guida, come il Lane Following Assist (LFA) per il mantenimento della corsia e il Forward Collision-Avoidance Assist (FCA) per evitare potenziali collisioni con auto, pedoni e ciclisti. Il Navigation-based Smart Cruise Control (NSCC) utilizza, invece, i dati del sistema di navigazione per regolare autonomamente la velocità durante la guida in autostrada o superstrada, mantenendo altrimenti la velocità impostata dal guidatore e la distanza di sicurezza dal veicolo che precede. Non mancano poi il sistema di rilevamento degli angoli ciechi, oltre a quello per misurare lo stato di stanchezza del guidatore, consigliando eventuali soste. Bayon è ora dotata di eCall di seconda generazione basato sulla rete 4G, che avvisa automaticamente i servizi di emergenza se gli airbag del veicolo si aprono in caso di incidente.

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA