Statistiche web
di Andrea Brambilla
29 January 2024

Bugatti W16 Mistral: oltre ogni limite

Estetica mozzafiato e 1.600 CV di potenza massima per l'ultima Bugatti equipaggiata con il motore W16

1/2

Le Bugatti non possono essere considerate automobili comuni, neanche di hypercar comuni, sono vere e proprie opere d’arte su ruote, in grado di far perdere le parole ogni qual volta ci si siede a bordo e si preme sull’acceleratore. Automobili estreme, uniche, costosissime e velocissime, che fanno battere il cuore solo a guardarle da ferme. Oggi vi raccontiamo una Bugatti a cielo aperto che rappresenta l’evoluzione massima ed estrema di un’auto a cui non gli si può chiedere nulla di più. Si chiama W16 Mistral e grazie al suo motore da 8 litri e 4 turbine è in grado di erogare la sorprendente potenza di 1.600 CV. Praticamente sotto il cofano si ha a disposizione la potenza di 10 auto di Alfa Romeo Tonale.

Con il vento tra i capelli

1/2

La W16 Mistral è la prima roadster che arriva dopo la Veyron Grand Sport Vitesse del 2012, ma sarà anche l'ultimo modello Bugatti mosso dall’incredibile motore W16. È per questi motivi che il nuovo modello deve rappresentare l’assoluta eccellenza meccanica e stilistica per un auto che incarna la perfezione su ruote. Con ben 1.600 CV a disposizione, la W16 Mistral offre un lusso ed un esperienza diversa da qualsiasi altro veicolo a cielo aperto. Design ed ingegneria su misura con una monoscocca riprogettata e rimodellata per creare una silhouette più arrotondata che sia pienamente conforme alle rigorose norme anti-crash per un auto senza tetto.

Guida in stile Chiron

1/2

La sfida più provante è stata quella di rendere l’architettura della spyder quanto più rigida e allo stesso tempo leggera possibile. L’obbiettivo era di garantire una guida appagante e vicino a quella della Bugatti Chiron. A causa del nuovo design esterno della Mistral, è stato necessario creare un sistema di aspirazione dell'aria completamente nuovo, appositamente pensato per la W16 Mistral. Le prese d'aria, posizionate dietro i poggiatesta dei due passeggeri, sono state progettate tenendo conto dei crash test di sicurezza in caso di ribaltamento: sono realizzate in fibra di carbonio proprio per poter sostenere il peso dell'intera vettura in caso di ribaltamento. Questo nuovo layout di aspirazione arricchisce anche l’esperienza di chi è al volante della Mistral W16, enfatizzando l’orchestra che suona dal propulsore da 8 litri e 16 cilindri.

Abitacolo a 5 stelle

All'interno della W16 Mistral, la raffinatissima pelle intrecciata viene utilizzata sui pannelli delle porte di nuova concezione, meticolosamente testati e prodotti secondo i più alti standard di qualità Bugatti. In omaggio agli illustri antenati della W16 Mistral, la leva del cambio, ricavata da un unico blocco di alluminio, presenta un omaggio alla famosa scultura de "l’elefante danzante" di Rembrandt Bugatti. Riproduzioni di questa scultura adornavano il cofano della leggendaria Type 41 Royale, la Bugatti più lussuosa mai creata. È il collegamento perfetto con il capolavoro della roadster moderna di Bugatti, che continua la lunga tradizione del marchio di creare le automobili più uniche ed esclusive al mondo.

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA