Infiniti Q Inspiration: l'auto del futuro esiste

19 gennaio 2018
a cura di Redazione Automobilismo
Infiniti Q Inspiration: l'auto del futuro esiste
Al Salone di Detroit Infiniti ha presentato la sua visione futura di berlina premium a quattro porte altamente tecnologica.

In occasione del North American International Auto Show (NAIAS) il Marchio premium giapponese ha svelato in anteprima mondiale il nuovo concept Infiniti Q Inspiration, che rappresenta il simbolo ideale del nuovo corso stilistico di Infiniti e la prima vera anticipazione delle nuove generazioni di veicoli del costruttore di lusso giapponese.

Infiniti Q Inspiration: l'auto del futuro esiste

Design esclusivo

Alla base di tutto vi è l'architettura di una comune berlina che i designer giapponesi sono stati in grado di rendere quanto più simile a una esclusiva coupé quattro porte. La stazza importante e le ampie superfici vetrate fanno trasparire in pieno le generose dimensioni della concept giapponese mentre la lunga cabina, le linee fluenti, le taglienti minigonne e la mancanza degli specchietti retrovisori ne accentuano la silhouette sinuosa e slanciata camuffandone un po' le abbondanti dimensioni. Le portiere si aprono a coltello con quelle posteriori in direzione opposta, il montante centrale è praticamente assente così da facilitare l'ingresso ai quattro passeggeri, le prese d'aria all'anteriore fanno da cornice ai nuovi gruppi ottici, ben sposandosi con gli sfoghi presenti sul cofano motore, e i sottili gruppi ottici al posteriore ne esaltano il look minimalista.

Infiniti Q Inspiration: l'auto del futuro esiste

Minimale ma tecnologica

Esterni minimalisti come lo sono anche gli interni che presentano un abitacolo perfettamente diviso per ognuno dei passeggeri e corredato di materiali hi-tech e finiture di alto livello. Basti pensare che ogni seduta dispone di uno schermo dedicato e di un rilevatore dello stato di salute dell'occupante. Inoltre, grazie a materiali come il Nishijin-ori, una combinazione di fibre di seta e carta golden washi, le superfici avranno la capacità di fungere da veri e propri sensori tattili ai quali abbinare determinate funzioni. Chiude la quadra il sistema di guida autonoma ProPilot di Livello 4 che consente ancora al guidatore di poter controllare pienamente l'autovettura, fornendogli però una valida e completa assistenza, oppure di rilassarsi lasciandosi condurre dall'elettronica in totale sicurezza.

Infiniti Q Inspiration: l'auto del futuro esiste

Meccanica inedita

Infine, anche sotto pelle la nuova concept di lusso giapponese si conferma portatrice di importanti innovazioni. Addio alle vecchie motorizzazioni per fare spazio a un innovativo motore pronto per la produzione. Stiamo parlando del propulsore benzina VC-Turbo, un powertrain in grado di variare continuamente il rapporto di compressione da un massimo di 14:1 a un minimo di 8:1 in modo da privilegiare, in base alle necessità, le prestazioni oppure l'efficienza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta