Nuova Suzuki Baleno S, 3 cilindri turbo e 112 cv

16 maggio 2016
Andrea Brambilla
  • Salva
  • Condividi
  • 1/23
    Dopo solo un mese dal suo ingresso nel mercato, Suzuki Baleno si arricchisce di una nuova versione che si colloca al top di gamma in termini di motorizzazioni ed equipaggiamento.Si chiama Baleno S e sotto il cofano ha un inedito motore da 998 cc Boosterjet tre cilindri, capace di erogare 112 Cv...(listino/scheda tecnica)

    Nuova suzuki baleno s, 3 cilindri turbo e 112 cv

    Dopo solo un mese dal suo ingresso nel mercato, Suzuki Baleno si arricchisce di una nuova versione che si colloca al top di gamma in termini di motorizzazioni ed equipaggiamento. Si chiama Baleno S e sotto il cofano ha un inedito motore da 998 cc Boosterjet tre cilindri, capace di erogare 112 Cv sviluppando una coppia di 170 Nm tra i 2.000 e i 3.500 giri. Motore che si va ad aggiungere al 1.200 da 90 Cv, disponibile anche in versione ibrida, a testimonianza dell'impegno di Suzuki nella ricerca. Un propulsore di piccole dimensioni dunque, con iniezione diretta e turbocompressore capace di fornire coppia motrice anche dai bassi regimi. La turbina, dotata di valvola wastegate, è di piccole dimensioni così da diminuire l’inerzia, riducendo peso ed ingombri, migliorando consumi e prestazioni grazie anche ad una risposta più immediata e pronta quando si preme sul gas. Abbinato a questo motore troviamo, di serie, un cambio manuale a cinque rapporti mentre, su richiesta, arriverà anche un cambio automatico a sei marce e paddle al volante con un sovrapprezzo di 1.200 euro.

    Esteticamente la Baleno rimane pressoché invariata rispetto all’altra motorizzazione; nella variante S troviamo una modanatura di colore rosso sul paraurti anteriore e impunture, sempre rosse, all’interno dell’abitacolo. A listino sarà disponibile solo un allestimento: il B-Top, indubbiamente completissimo. La piccola giapponese è infatti equipaggiata come una grande ammiraglia e sfoggia gli ultimi ritrovati tecnologici evidenziati da notevoli standard di sicurezza. Il controllo di trazione ESP e TCS, il cruise control adattivo, la frenata d’emergenza, il display da 7” pollici touch screen, le prese AUX ed USB,il quadro strumenti con la tecnologia MyDrive (il piccolo schermo situato al centro del cruscotto dove vengono visualizzate le informazioni di viaggio) e i fari allo xeno sono solo alcuni dei dispositivi di serie presenti su Baleno S, davvero niente male.

    Nessuna novità per le dimensioni che rimangono le stesse delle altre versioni: i suoi 4 metri di lunghezza permettono anche agli occupanti dei sedili posteriori di avere una seduta comoda, mentre i 355 litri di capienza del bagagliaio sono una garanzia di spazio che la collocano al top della categoria in termini di capienza. Su strada la Suzuki Baleno S si comporta molto bene, forse meglio della versione aspirata, il propulsore ha una notevole reattività e le vibrazioni sono minime, mentre la rumorosità è ridotta specie ai bassi regimi. Una cosa che abbiamo potuto apprezzare è la reattività dei questa S, soprattutto in regime ottimale di coppia, situazioni in cui il propulsore esprime il suo massimo potenziale. In autostrada a velocità di crociera si viaggia in pieno confort mentre il cruise control adattivo provvede a mantenere la giusta distanza dalla vettura che ci precede.

    Lo sterzo non è precisissimo, ma trattandosi di un’auto per uso familiare e non certo di una sportiva, dall’indole tranquilla e dall’assetto morbido, possiamo perdonarle questo neo. Baleno S avrà un prezzo di 17.800 euro con cambio manuale. Fino al 30 giugno sarà proposta al prezzo lancio di 15.800 euro. Unici optional previsti il cambio automatico e la vernice metallizzata per 500 euro in più. 

    In allegato in alto listino e schede tecniche. 

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta