IMPRESSIONI: DS3 Performance, brillante con classe

10 novembre 2016
Corrado Canali
  • Salva
  • Condividi
  • 1/17
    Più lussuosa a bordo, grazie al 4 cilindri 1.6 da 208 Cv della Peugeot 208 GTI la nuova versione Performance non è estrema ma sa conciliare prestazioni e piacere di guida nell’uso quotidiano...

    Impressioni: ds3 performance, brillante con classe

    Così esclusiva ma anche per tutti, quasi una contraddizione che la nuova DS 3 Performance riesce a conciliare sposando la sportività con il comfort. Infatti i 208 Cv del motore 1600 a benzina abbinati ad un cambio manuale a 6 marce e al differenziale a slittamento limitato, garantiscono 230 km/h con un'accelerazione da zero a 100 in 6"5.

    Ma il lusso si nota soprattutto all'interno: l'abitacolo è arricchito da sedili anatomici, rivestiti in Alcantara che contengono guidatore e passeggero sia affrontando un percorso misto con la voglia di misurarsi con la strada, sia nelle code del traffico in città.

    Partendo dalla base della carrozzeria berlina a 3 porte o cabrio con il tetto che scorre e si manovra anche in velocità, la DS 3 Performance è equipaggiata con lo stesso 4 cilindri di 1600 cc della “cugina” Peugeot 208 GTI, ma che qui è stato riprogettato per garantire un comportamento più adatto anche all'impiego quotidiano attraverso un assetto meno rigido e la capacità di mantenere la traiettoria con maggiore sicurezza.

    Per raggiungere un tale risultato la divisione Performance del brand francese ha lavorato sulla barra di torsione come sulle reazioni degli ammortizzatori, adottando soluzioni più "soft" in grado di rendere la DS 3 in questa versione utilizzabile da tutti, tanto che qualsiasi guidatore può chiedere tutta la potenza senza che l'auto manifesti reazioni estreme, lasciando però che la coppia di 300 Nm permetta anche di viaggiare in sesta marcia già da 1.500 giri, con grande elasticità.


    A tutto questo contribuiscono l'alzata variabile delle valvole e il doppio variatore sugli alberi a camme, mentre una pompa elettrica supplementare per raffreddare il turbo lo protegge dal surriscaldamento.

    FRENI
    Naturalmente non poteva mancare anche un intervento sull'impianto di scarico, cui è stato tolto il silenziatore centrale e lasciato soltanto quello finale con doppio terminale, per un “sound” che appagherà sicuramente il fortunato proprietario. Per rendere l'auto ancora più agile, inoltre, l'assetto e il sistema frenante sono stati oggetto di una messa a punto approfondita: l’assetto è ribassato di 15 mm, le carreggiate anteriori e posteriori allargate di 26 mm davanti e di 14 mm dietro e l’impianto frenante prevede 4 dischi freno con impianto Brembo e pinze anteriori di 323 mm.

    CERCHI DA 18"
    All'esterno, infine, non si passano inosservati i cerchi diamantati neri da 18 pollici,
    gommati con Michelin Pilot Super Sport 205/40 R18. La prima cosa che si apprezza una volta al volante della DS 3 Performance è l’elasticità del motore che allunga senza difficoltà, anche dai bassi regimi. La facilità d’inserimento in curva e la precisione di guida assecondano bene le velleità degli utilizzatori più sportivi. Opportunamente dimensionati, alla DS hanno puntato sul cambio manuale a sei rapporti. Rispetto alla DS 3 standard la Performance ha un aspetto più aggressivo, dovuto come detto alla carreggiata allargata, ai paraurti che si prolungano sopra i passaruota conferendo una certa “muscolarità” alle spalle, ai cerchi in lega da 18”, allo scarico con terminale specifico.

    ALCANTARA
    Un carattere sportivo che è poi ripreso nell’allestimento interno, con sedili sagomati e rivestiti in pelle e Alcantara. Successo mondiale Dal lancio avvenuto nel 2010, DS 3 ha conquistato 390.000 clienti nel mondo e oggi la versione Performance, 5 colori per la berlina e 4 per la cabrio, con abbinamenti a piacere in particolare per il colore del tetto, abbina fari led con tecnologia allo Xeno.

    Due le soluzioni proposte, la "Performance", ad un prezzo a partire da 27.150 euro e la versione Black Special, la più completa a 32.150 euro, con un pacchetto di accessori che prevede di tutto e di più la colorazione nera esclusiva. Infine la cabrio sarà in vendita che sarà in vendita a prezzi rispettivamente di 30.400 e 35.400 euro. Infine una nota di servizio destinata ai potenziali acquirenti: tutte le varianti della nuova DS 3 Performance sono già disponibili per gli ordinativi.

    BLACK
    Per quanto riguarda le novità introdotte con DS 3 Performance si possono segnalare i rapporti accorciati del cambio manuale a sei rapporti, le sospensioni più rigide tanto che l’assetto è stato ribassato di 15 millimetri rispetto alla variante “normale” e ancora i dischi freni maggiorati e differenziale autobloccante meccanico Torsen, tutte dotazioni da vera auto sportiva. 

    Alla DS l’hanno, invece, chiamato “Black Special” l’allestimento speciale scelto per DS 3 Performance, disponibile anche per la versione Cabrio: a migliorare è la linea sportiva con una mascherina nero ed il tetto dalla doppia colorazione, nero opaco ed oro brillante.

    L’abbinamento si rifà alla precedente versione speciale della DS 3 Racing, la Gold Matt: nei lati della fiancata spicca ora una trama che parte dall’inizio della porta anteriore e si estende fino al bagagliaio e sulla porta anteriore è apposto un nuovissimo logo quadrato che riporta i colori oro, rosso e bianco. La versione “Black Special” può anche essere personalizzata con il “pack carbonio” col quale si possono avere i sedili sportivi in pelle e Alcantara e un quadro strumenti appositamente dedicato. Si tratta di una sorta di ulteriore personalizzazione per un allestimento quello “Black Special” che è già molto caratterizzato.

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta