Nio EP9, l’elettrica che sconfisse il Toro

17 maggio 2017
a cura di Redazione Automobilismo
  • Salva
  • Condividi
  • 1/12
    La supercar elettrica cinese da 1.360 Cv ha sottratto alla Lamborghini Huracán Performante il record al Ring per le vetture di serie.

    Quattro motori e 1.480 Nm di coppia

    Saranno anche elettrici, ma 1.360 Cv restano sempre 1.360 Cv. Una potenza monstre che, abbinata a una coppia altrettanto impressionante (1.480 Nm), ha consentito alla supercar cinese a batteria Nio EP9 di percorrere i 20,8 km della Nordschleife in 6 minuti, 45 secondi e 9 decimi. Un tempo stratosferico che le vale lo scettro di auto di serie più veloce al Ring e abbassa di 20 secondi il precedente primato, appannaggio della Lamborghini Huracán Performante. La hypercar asiatica, realizzata in solo sei esemplari, può contare sull’aerodinamica attiva e su di una deportanza eccezionale, nell’ordine dei 2.440 kg a 240 km/h. Un valore degno di una Formula 1. I quattro motori elettrici – uno per ciascuna ruota – portano in dote le 4WD a gestione elettronica e sono alimentati mediante una coppia di batterie agli ioni di litio garanti di un’autonomia di circa 430 km. Il peso dell’auto, complice la struttura in carbonio, è di 1.735 kg, cui consegue un rapporto peso/potenza di 1,28 kg/Cv. Secondo la Casa, la EP9 scatta da 0 a 100 km/h in 2,7 secondi e da 0 a 200 km/h in 7,1 secondi.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta