Mercedes Classe G 2018: inarrestabile come Terminator

17 January 2018
a cura di Redazione Automobilismo
Mercedes Classe G 2018: inarrestabile come Terminator
L'iconica Geländewagen mantiene inalterate le forme, che l'hanno resa celebre, ma si aggiorna abbondantemente negli interni e nella meccanica.

La kermesse statunitense è stata il palcoscenico ideale per Mercedes-Benz dove presentare al gremito pubblico la nuova generazione della intramontabile Classe G. L'iconica Geländewagen, che cavalca l'onda del successo dal 1979 anno nel quale è stata presentata per la prima volta, si è presentata a Detroit in tutto il suo rinnovato splendore, affiancata da un testimonial d'eccezione: Arnold Schwarzenegger, il Terminator.

Mercedes Classe G 2018: inarrestabile come Terminator

Intramontabile icona

La nuova Mercedes Classe G mantiene inalterate le linee che fino a oggi l'hanno resa famosa e introduce solamente alcuni dettagli finalizzati a rendere la silhouette ancora più esclusiva, un chiaro segnale della volontà dei progettisti tedeschi di non inficiare le doti off-road di questa inarrestabile fuoristrada. La nuova generazione cresce, infatti, in lunghezza di 53 mm e in larghezza di 121, a tutto vantaggio dell'abitabilità interna, e inserisce diodi a Led nei fari anteriori pur mantenendone invariata la classica forma circolare.

Mercedes Classe G 2018: inarrestabile come Terminator

Upgrade tecnologico

A mutare particolarmente sono, invece, gli interni che ricevono una bella iniezione di tecnologia e una apprezzabile ventata di freschezza. La plancia riprende esattamente quella già vista sulle ultime Mercedes, con i due grossi schermi digitali (12,3 pollici) affiancati per intenderci, l'infotainment riceve un notevole upgrade e il comfort alza ulteriormente l'asticella grazie a nuovi e pregiati materiali, a finiture di qualità superiore e a un telaio di base più largo.

Mercedes Classe G 2018: inarrestabile come Terminator

Novità anche sotto pelle

Tutti i fan e gli appassionati saranno, inoltre, felici di sapere che la nuova Mercedes Classe G mantiene inalterato anche il suo DNA fuoristradistico. Oltre, infatti, al già citato design degli esterni, anche il telaio non cambia ma rimane fedele alla tipologia a traverse e longheroni, la soluzione migliore quando si parla di fuoristrada vero. Grazie infine ad alcuni affinamenti sulla piattaforma e all'utilizzo dell'alluminio su molte parti della carrozzeria, il telaio beneficia ora di una rigidità torsionale aumentata del 55% e di un peso alla bilancia inferiore di circa 170 kg.

Mercedes Classe G 2018: inarrestabile come Terminator

Puro DNA off-road

La competenza tecnica dei tecnici di AMG è stata inoltre essenziale nella riprogettazione del comparto sospensionistico così da rendere la nuova fuoristrada di Stoccarda ancor più inarrestabile in off-road e nettamente più confortevole e precisa sulle strade di tutti i giorni. All'anteriore fa la comparsa un doppio braccio oscillante indipendente con barra duomi, che permette una maggiore escursione a ogni singola ruota, mentre al posteriore si è optato per un'evoluzione del ponte rigido con barra Panhard e quattro bracci longitudinali di controllo su entrambi i lati.

Mercedes Classe G 2018: inarrestabile come Terminator

Prestazioni ineguagliabili

Una scelta progettuale che permette alla nuova fuoristrada di Stoccarda di affrontare guadi profondi fino a 70 centimetri, di superare salite e discese del 100% con angoli di attacco, di uscita e di rampa rispettivamente di 31°, 30° e 26°, di garantire un'altezza minima da terra di 241 millimetri, ben 6 millimetri in più del modello precedente, e di viaggiare con regolarità su inclinazioni massime del 35°. Numeri da far girare la testa ma garantiti anche dalla nuova modalità di guida (G Mode) che integra una diversa taratura per molle e ammortizzatori e un diverso settaggio per sterzo e powertrain e che interviene ogni qualvolta la trasmissione riconoscerà il bloccaggio di uno dei tre differenziali o ogni volta che il conducente inserirà le marce ridotte anche in movimento.

Mercedes Classe G 2018: inarrestabile come Terminator

Motori e cambio all'avanguardia

Sotto il cofano tutte le nuove Mercedes Classe G ricevono sia nuovi motori diesel 6 cilindri in linea (OM656) da 313 CV che i nuovi benzina 6 cilindri in linea (M256) da 408 CV, entrambe motorizzazioni da 3.0 litri che faranno da precursori al poderoso 4.0 litri V8 biturbo benzina da 422 CV e 610 Nm tra i 2.000 e i 4.750 giri. Questi propulsori fanno affidamento sull'ormai infallibile trazione integrale permanente (4MATIC) dotata di ben 3 differenziali bloccabili elettronicamente dall'interno, marce ridotte e una ripartizione che di base si configura con il 40% della coppia sulle ruote anteriori e il 60% sulle posteriori e sul nuovo cambio automatico (9G-Tronic) a 9 rapporti con convertitore di coppia, appositamente ritarato per adattarsi all'utilizzo fuoristradistico. I prezzi definitivi non sono ancora stati divulgati dal Costruttore della Stella ma, a quanto ci è dato sapere, la nuova Mercedes Classe G dovrebbe attaccare il listino tedesco con un prezzo base di 107.040 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta