Mazda CX-3 2.0 150 cv, le nostre prime impressioni

27 settembre 2015
  • Salva
  • Condividi
  • 1/73
    Arriva la crossover della Casa giapponese con nuovi motori benzina e diesel. E’ ben realizzata e ha un comportamento dinamico convincente....

    Mazda cx-3 2.0 150 cv, le nostre prime impressioni

    Mazda prova a dire la sua in un settore come quello delle Suv compatte dove l’attenzione del pubblico (400.000 unità nel 2014, che secondo la Casa raddoppieranno entro il 2017) va di pari passo ad una concorrenza quanto mai agguerrita fatta di: Fiat 500X, Jeep Renegade, Opel Mokka e Peugeot 2008, tanto per dirne alcuni. La nuova arrivata condivide la lunghezza di 4,28 metri delle concorrenti e ha tra le sue doti le caratteristiche migliori degli altri modelli della gamma della Casa giapponese. Il prezzo della più accessoriata Exceed 2 litri da 150 Cv è 24.750 euro. La griglia frontale ed i fari (ora full Led) della CX-3 sono ridisegnati e arrotondati per una linea più accattivante e sportiva, molto sbilanciata verso l’anteriore. Il design Kodo, il “CuttingEdge Design” basato sulle forme arrotondate e tipico della gamma Mazda dona carattere anche a questo modello.

    Alla sensazione di reattività e sbilanciamento sull’anteriore del design contribuisce anche il tetto, più alto nella parte posteriore. Esteticamente il risultato è di sicuro impatto, un ottimo fattore per distinguersi dalle rivali. Il motore Skyactive-G 2.0, benzina ad iniezione diretta, rappresenta un mix ideale tra potenza e consumi e vanta il rapporto di compressione (14,0:1) più alto al mondo secondo Mazda. Il propulsore diesel 1.5 invece si distingue per consumi in linea con i competitor. Gli ingegneri giapponesi hanno lavorato in entrambi i casi per ottenere una riduzione del peso e dimensioni più compatte.

    Il motore a gasolio 1.5 ha 105 Cv ed è disponibile con cambio manuale e trazione anteriore, oppure con l’automatico insieme alla trasmissione 4x4 o senza. Il benzina invece è un 2.0 in versione da 150 Cv con trazione integrale e cambio manuale/ automatico e in una variante da 120 Cv solo con versione a due ruote motrici. Consumi dichiarati del benzina: 5,9 l/100 km e 137 g/ km (FWD con cambio manuale a 6 marce), per il diesel 4,0 l/100 km e 105 g/km (FWD con cambio manuale a 6 marce).

    La nuova Suv è piacevole da guidare e si distingue grazie alla sua agilità tra i vari crossoverpresenti sul mercato. La CX-3 tiene bene la strada, il cambio è fluido ed in particolare la versione benzina ha un ottimo spunto in accelerazione anche a bassi regimi, il tutto con consumi contenuti. La posizione di guida è comoda, mentre qualche sforzo deve essere ancora fatto invece per migliorare la regolazione dei sedili. Gli interni sono sobri ed eleganti, spaziosi i sedili davanti, non si può dire altrettanto di quelli dietro e del bagagliaio. Pratico il display touch da 7 pollici, in alternativa è possibile utilizzare la manopola nel tunnel. Massiccio l’utilizzo della tecnologia ai fini della sicurezza.

    La Casa impiega radar, laser e telecamere per aiutare il conducente a prevenire il pericolo tramite fari full Led avanzati (ALH - Advanced LED Headlights), assistente di corsia (LAS - Lanekeep Assist System), sistema di monitoraggio dei punti ciechi (BSM - Blind Spot Monitoring) ed il Driver Attention Alert (DAA), che rileva l’affaticamento del conducente. Da segnalare lo Skyactive Body con una migliore rigidità e resistenza agli urti, a cui si aggiungono le sospensioni rafforzate e l’utilizzo di materiale assorbente nella carrozzeria.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Sposta