Salviamo la Velocità in pista!

5 marzo 2014
Salviamo la Velocità in pista!
Caro direttore, mi permetto di scriverle per alzare un grido di dolore sul campionato Autostoriche velocità circuito, la cenerentola dei campionati Csai in Italia.

Salviamo la velocità in pista!

Non le sto a raccontare la passione, i sacrifici, la ricerca di parti di ricambio per macchine che ancora oggi si guidano col sedere, come diceva Niki Lauda.

Massimo Ferraro, che ha vinto il campionato due anni fà, quest'anno ha fatto il campionato Renault. E' stato invitato al mugello da Bordonaro a fare una gara e mi diceva che non si ricordava più quanto erano impegnative le storiche, scalate con doppietta, controsterzi, freni che a metà gara iniziano a salutarti....insomma un modo di guidare non più facile o difficile rispetto alle moderne ma sicuramente dove il pilota fa ancora la differenza.

Il Gruppo Peroni che organizza il campionato a Misano ha riunito i piloti e ci ha fatto presente la difficoltà della situazione per come i costi sono lievitati: mi creda ce ne siamo accorti anche noi !
Vedere gare con 13 partenti come a Franciacorta o 22 a Monza fa piangere il cuore, non solo il portafoglio.

All' estero le cose vanno molto diversamente , meno gare, piste famose, costi più bassi, hospitality diversa....tanto pubblico. In Italia abbiamo due delle piste più belle di Europa, Imola e Mugello, una pista come Misano che tutti ci invidiano, Vallelunga  un altro gioiello......ma qualcosa si è rotto!

Quest'anno ho vinto il Campionato Italiano, ma ho un pò di tristezza nel cuore. Pochi avversari, classi ridotte al lumicino, tante facce note che non si sono più viste in pista.
Questa specialità va salvata, c'è tanta storia e passione in questi abitacoli dove entrano piloti magari un pò attempati ma che sono tutti amici tra loro, accomunati da una passione che quasi sempre ha un denominatore comune: correre con la macchina dei sogni di quando si era ragazzi!

Le invio una foto di Adria all'uscita della curva dopo il rettilineo: le storiche si guidano così!
Grazie per l'attenzione che vorrà dare sulla sua rivista a questa tematica, contribuisca anche lei, come sempre ha fatto peraltro, a mantenere viva la nostra categoria.

Cordialmente,
Nicola Ciniero, Campione Italiano Velocità Autostoriche 2013.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta