SOCIAL

CERCA

Il nuovo numero punta da subito i riflettori sulla nuova C3, modello fondamentale della gamma Citroen. Ma il programma non finisce qui: Honda NSX, Alfa Giulia e la gamma Maserati

La nuova Toyota Prius Plug-in svelata al Salone dell’Auto di New York 2016

Foto e video da NY della nuova Toyota Prius Plug-in: autonomia in modalità EV più che raddoppiata, con una velocità fino a 135 km/h...

La seconda generazione della innovativa Toyota PHEV (Plug-in Hybrid Electric Vehicle), Prius Plug-in, fa il suo debutto al Salone Internazionale dell'Auto di New York 2016 offrendo un significativo incremento dell'autonomia, della potenza e della velocità nella modalità EV. Toyota è stata la prima ad introdurre in Europa la tecnologia plug-in: le vendite di Prius Plug-in sono iniziate nel 2012 dopo un progetto sperimentale di Leasing durato 5 anni.



La Prius Plug-in nasce sui punti di forza del sistema ibrido già disponibile su altri sette modelli Toyota e su quelli dell’ultima generazione della Prius standard, ed è stata ulteriormente sviluppata tenendo presenti tre fattori chiave: piattaforma Toyota New Global Architecture (TNGA), design e un nuovo sistema full hybrid. Concepita per soddisfare chi è in cerca di un ibrido che garantisca maggiore autonomia in modalità puramente elettrica, la nuova Prius Plug-in sarà disponibile in tutti i paesi entro la fine dell’anno.

BATTERIE
Grazie al gruppo batterie agli ioni di litio da 8,8 kWh, il sistema Hybrid Synergy Drive della Prius Plug-in consente al guidatore di marciare in modalità EV con maggior frequenza e per periodi più lunghi, aumentando considerevolmente l’autonomia con un pieno di carburante. La nuova Prius Plug-in ha consumi di gran lunga inferiori al modello precedente, stimati intorno ad 1,4 l/100 km - la migliore efficienza nei consumi di qualunque altra ibrida plug-in – ed emissioni di CO2 di appena 32 g/km.

L’intervento del motore elettrico non è limitato alla sola modalità EV, ma si estende a tutte quelle situazioni in cui esso possa assicurare maggior efficienza rispetto al motore termico, specialmente nella guida urbana e nei tragitti brevi. La Prius Plug-in offre inoltre il primo sistema Toyota duale motore/generatore, nel quale il motore elettrico e il generatore producono coppia, incrementando l’accelerazione e la potenza complessiva. Il nuovo sistema PHEV riduce al minimo l’utilizzo del motore termico, anche durante le accelerazioni repentine o in caso di attivazione del riscaldamento nei mesi invernali, attraverso l’adozione di un dispositivo che riscalda la batteria e ne migliora l’efficienza con le temperature più rigide, e grazie al primo sistema al mondo di climatizzazione con pompa di calore ad iniezione di gas.

Il risultato della tecnologia della nuova Prius Plug-in consente un’accelerazione migliore e permette di marciare in modalità EV fino ad una velocità di 135 km/h con un’autonomia doppia rispetto al modello precedente, pari a 50 km. Per ricaricare il pacco batterie occorrono circa 2,3 ore in Mode 2 (Mennekes) con un’uscita a 230 V, nonostante la maggiore capacità della batteria. Come con qualunque altra Toyota Full hybrid, la Prius Plug-in può marciare sia in modalità esclusivamente elettrica che a benzina, o con la combinazione dei due motori e attraverso la frenata rigenerativa può immagazzinare l’energia recuperata nelle frenate o in decelerazione, riducendo ulteriormente i consumi.

Il sistema ibrido equipaggiato con un motore a benzina VVT-i da 1,8 litri, 4 cilindri a ciclo Atkinson, gioca un ruolo chiave nell’efficienza complessiva della nuova Toyota plug-in. Le dimensioni del sistema di ricircolo dei gas, il miglioramento dell’efficienza di combustione e un’innovativa gestione del riscaldamento delle componenti meccaniche e degli attriti hanno consentito un netto miglioramento dell’efficienza termica, ora pari al 40%, il livello più alto al mondo per una vettura a benzina prodotta in serie.

 

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia