Nissan 370Z MY18: colpi di cesello

6 settembre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Nissan 370Z MY18: colpi di cesello
La coupé nipponica beneficia di un lieve lifting che ne attualizza le linee. Alla frizione rinforzata del cambio manuale si accompagna il confermato V6 3.7 da 328 Cv.

Inserti neri e gruppi ottici oscurati

Già ordinabile in Europa, arriva anche in Italia la versione rinnovata della Nissan 370Z. La coupé nipponica cambia lievemente sotto il profilo estetico, complice il debutto di una serie di dettagli quali le maniglie nere, l’inedita fascia dark lungo il paraurti posteriore, i gruppi ottici anteriori oscurati e quelli al retrotreno derivati dalla più estrema verione Nismo.

Nissan 370Z MY18: colpi di cesello

Scalate più fluide

Nissan 370Z MY18: colpi di cesello

Il lifting della sportiva nipponica – parlare di un vero e proprio restyling sarebbe eccessivo – continua con l’inedito disegno dei cerchi in lega da 19 pollici, mentre a livello tecnico l’unica novità degna di nota consiste nell’adozione di una frizione rinforzata, riservata ai modelli con il cambio manuale. Un upgrade che promette un azionamento meno affaticante del comando a pedale oltre che scalate più fluide e rapide. Immutato il propulsore V6 3.7 a benzina da 328 Cv, abbinabile alla trasmissione manuale a 6 marce, corredata della funzione punta-tacco elettronica, oppure alla confermata unità automatica a 7 rapporti.

Nuovo sistema multimediale

Nissan 370Z MY18: colpi di cesello

In produzione dal 2009, la 370Z – giunta alla quinta generazione – viene tradizionalmente proposta nelle varianti coupé, roadster e Nismo. Queste ultime non interessate dalle novità portate in dote dal MY18. Comune a tutte la trazione posteriore, mentre tra le novità del restyling spicca il sistema multimediale NissanConnect Premium forte di uno schermo da 7 pollici, della navigazione satellitare, della telecamera in retromarcia e del lettore Dvd.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta