McLaren BP23: la più veloce di sempre

29 settembre 2017
a cura di Redazione Automobilismo
McLaren BP23: la più veloce di sempre
Le prime immagini dei prototipi che anticipano la nuova hypercar McLaren. Ispirata alla mitica F1 del 1992, potrà contare su tre sedute e un powertrain ibrido da oltre 1.000 Cv.

Abitacolo per tre persone

McLaren BP23: la più veloce di sempre

Correva l’anno 1992 e Gordon Murray progettò una vettura rivoluzionaria, caratterizzata da un abitacolo per tre persone, con il posto guida collocato centralmente. Una supercar raffinata, forte di una monoscocca in carbonio – prima assoluta per un’auto di produzione – che consentì di contenere il peso in 1.140 kg. Nasceva così la McLaren F1, mossa da un V12 aspirato Bmw Motorsport di 6.064 cc collocato centralmente e accreditato di 627 Cv. Ora il mito si rinnova. A Woking è in fase di sviluppo l’inedita BP23. E le tre sedute in abitacolo tornano a essere realtà.

Prodotta in 106 esemplari

McLaren BP23: la più veloce di sempre

A cinque anni dalla presentazione della P1, prima hypercar ibrida McLaren, la Casa di Woking ha rilasciato alcune immagini del “muletto” della BP23 – questo il nome in codice dell’inedita vettura – destinata a essere prodotta in serie limitata (106 esemplari) e profondamente ispirata alla mitica F1. Un’auto ancora pesantemente camuffata, dato che il powertrain ibrido di cui sarà dotata ha sinora pulsato sotto mentite spoglie; vale a dire dentro il corpo di una 720S adattata o di una 675LT Coupé.

Un design “di rottura”

McLaren BP23: la più veloce di sempre
Un'interpretazione del design della futura BP23

Lo stile della nuova vettura non avrà nulla a che fare con l’attuale produzione McLaren. Al di là delle tre sedute in abitacolo, da cui deriva il 3 nella sigla del progetto, si tratterà di un’auto “di rottura”, forte di un design assolutamente originale. A partire dall’assenza dei retrovisori laterali, quasi certamente sostituiti da dei display collegati a telecamere. Al momento i dettagli in merito al powertrain restano celati, ma si vocifera di un V8 4.0 –evoluzione dell’unità biturbo da 3,8 litri realizzata dalla Ricardo e attualmente impiegata nella gamma McLaren – ibridato così da erogare oltre 1.000 Cv. L’auto, nei proclami della Casa, è chiamata a divenire il modello di serie più veloce e potente mai creato a Woking. Non a caso si vocifera di una velocità massima di oltre 400 km/h.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta