F1: Hamilton e Mercedes favoriti, speranze Ferrari

24 marzo 2017
F1: Hamilton e Mercedes favoriti, speranze Ferrari
Si svolgerà come sempre in Australia la prima gara del mondiale di F1; l'apertura di un nuovo anno di confronto che si spera vedrà il Cavallino tornare al successo.

F1: Hamilton e Mercedes favoriti, speranze Ferrari

Il Mondiale di F1 riparte nel weekend, come da tradizione, con il Gran Premio d’Australia sul circuito Albert Park di Melbourne. Una stagione che si preannuncia più interessante rispetto alle precedenti, letteralmente dominate dalle Mercedes, prima di Hamilton e poi di Rosberg il quale, dopo il suo primo titolo iridato conquistato nel 2016, ha deciso di ritirarsi lasciando spazio sulla seconda freccia d’argento al finlandese Bottas, arrivato dalla Williams che ha quindi tenuto Massa, già dato per uscente.

Le monoposto 2017 sono più grandi con ala posteriore più lunga, ma forma più bassa e comparsa sul cofano posteriore della cosiddetta pinna di squalo che potrebbe anche agevolare i sorpassi, nonostante un probabile aumento delle turbolenze per chi arriva da dietro. Un’altra importante novità è rappresentata dalle gomme. Le Pirelli sono aumentate in larghezza e l’incremento delle dimensioni ha portato allo sviluppo di una mescola più resistente che potrebbe anche diminuire i pit stop ai box (si ipotizza una sola sosta per la maggior parte delle gare).

Passiamo ai piloti e ai costruttori. Per la prima volta dal 1994 (quando Prost fece la stessa cosa di Rosberg) non ci sarà al via il campione del mondo in carica. Dai test catalani pre-campionato è emerso un sostanziale equilibrio tra le Case più veloci, ma Hamilton (in cerca di un’immediata rivincita e a caccia del poker mondiale) e la Mercedes sono da considerare ancora i favoriti. Con più cautela rispetto ai roboanti annunci degli anni precedenti, ma la Ferrari nutre notevoli speranze di riscossa per tornare a conquistare un alloro piloti che manca dal 2007 quando s’impose Raikkonen. Quest’ultimo e Vettel daranno battaglia, ma attenzione anche alle Red Bull di Ricciardo e di un sempre più promettente Verstappen. Due monoposto in meno al via rispetto al 2016 per l’addio della Manor, 20 (e non più 21) i GP in programma.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta