SOCIAL

CERCA

Automobilismo di ottobre è in edicola ed in copertina anticipa la prova della X4, la seconda vettura in stile Suv di Bmw che punta a replicare il successo della X6 ma qui declinata....

Epoca: In pista con noi a Imola 3/4 marzo 2012

Questa volta si va in un vero autodromo. E non un autodromo qualsiasi, ma quello di Imola (BO), intitolato a Enzo e Dino Ferrari. “Il piccolo Nürburgring”, come lo definì il Drake di Maranello per le sue caratteristiche di circuito tecnico e veloce....

Epoca: In pista con noi a Imola 3/4 marzo 2012

Cliccando i bottoni in alto potete scaricare la scheda d'iscrizione e il regolamento dell'Autodromo.

 

Questa volta si va in un vero autodromo. E non un autodromo qualsiasi, ma quello di Imola (BO), intitolato a Enzo e Dino Ferrari. “Il piccolo Nürburgring”, come lo definì il Drake di Maranello per le sue caratteristiche di circuito tecnico e veloce, ricco di saliscendi e curve di ogni tipo.

La dodicesima edizione di “In pista con noi” andrà in onda nel primo fine settimana di Marzo 2012. Lo schema del raduno organizzato da Automobilismo d’Epoca sarà il medesimo delle edizioni precedenti svolte a Balocco, che di seguito riportiamo schematicamente.

Il ritrovo in pista sarà tra le 7.30 e le 8.30, con la registrazione e le operazioni preliminari, seguite da benvenuto e colazione, il briefing dell’autodromo e dell’organizzatore tra le 8.30 e le 9, dopodiché si comincerà con i turni in pista fino alle 12.30.

Dalle 12.30 alle 14 ci sarà il pranzo con eventuali premiazioni, poi riprenderà l’attività in pista che si concluderà inderogabilmente entro le ore 18. Ogni turno durerà circa 25minuti ma potrà essere abbreviato per esigenze dell’organizzatore o del gestore della pista. Ogni auto iscritta avrà a disposizione tre turni nel corso dell’evento, per un totale di oltre un’ora di pista.

Come per le precedenti edizioni, la manifestazione sarà aperta ad auto con più di vent’anni (fa fede la data di immatricolazione); auto più recenti di particolare interesse storico o tecnico potranno essere ammesse a discrezione dell’organizzatore.

Ricordiamo che la manifestazione NON è competitiva: il suo spirito è radunistico.

 

Come partecipare

La quota di partecipazione è fissata in 150 Euro per auto con pilota, 50 euro per ogni accompagnatore. Il totale di persone ammesso per ogni auto è quattro. In allegato in alto e sul numero di febbraio di Automobilismo d’Epoca trovate la scheda di iscrizione che va compilata in ogni sua parte e spedita: per fax allo 02-38010393; per e-mail a imola@edisport.it. La scheda ha validità soltanto se accompagnata dalla distinta di pagamento.

 

 

 

Arrivare in pista

L’autodromo internazionale “Enzo e Dino Ferrari” si trova a Imola (BO) in via F.lli Rosselli 2 (tel. 0542-65511; www.autodromoimola.it). Per arrivare basta prendere l’uscita omonima dall’autostrada A14 Adriatica e seguire le indicazioni per l’autodromo.

Distanze da alcune città (in km): Milano 252; Roma 382; Torino 371; Venezia 190; Genova 334; Firenze 163; Napoli 567; Ancona 196; Bari 636.

 

Cenni storici

La prima pietra del circuito di Imola fu posta nel 1950, quando in Italia il solo altro circuito permanente era quello di Monza, con la benedizione del Coni e di Enzo Ferrari. L’inaugurazione è del 25 aprile 1953, con il Gran Premio Coni, prova di Campionato italiano motociclistico che vede vincitori Umberto Masetti ed Enrico Lorenzetti. Nel 1954 arriva l’automobilismo con il GP Conchiglia d’Oro Shell riservato alle vetture Sport. Il 21 aprile 1963 debutta a Imola la Formula 1, con la vittoria di Jim Clark; la massima categoria torna sul Santerno (il fiume che scorre di fianco alla pista) nel 1979 per una gara non titolata che fa da prologo al GP d’Italia che si svolge qui l’anno seguente. Dal 1981 la pista emiliana è sede del GP di San Marino fino al 2006. Alla fine di quello stesso anno l’impianto viene ammodernato con la costruzione di nuovi box. Negli ultimi anni il circuito ha subito ulteriori modifiche al tracciato e alle strutture e ha ospitato appuntamenti motoristici di livello mondiale quali il World Touring Car Championship e il Campionato del mondo Superbike. Tra fine anni ’60 e il 1999 il circuito ha ospitato anche il Motomondiale. Oggi il tracciato misura 4.936 metri; alcune curve sono tra le più tecniche e impegnative del panorama mondiale: Piratella, Acque Minerali, Rivazza.

Commenta con
Commenta con
AGGIORNA COMMENTI

Commenta la notizia