Jeep Renegade GPL, la prima volta del gas

22 maggio 2017
a cura di Redazione Automobilismo
Jeep Renegade GPL, la prima volta del gas
È la prima Jeep della storia alimentata a gas. La Renegade GPL, mossa da un 1.4 turbo da 120 Cv condiviso con la Fiat 500X Easypower, è proposta con un prezzo lancio di 21.300 euro.

Bifuel solo a trazione anteriore

Jeep Renegade GPL, la prima volta del gas

Il marchio Jeep è un’icona del 4x4. Nel tempo, però, è dovuto scendere a compromessi – come del resto la stragrande maggioranza delle Case rivali – per seguire il trend del momento che premia commercialmente le Suv a due ruote motrici. Ora il brand americano si spinge anche oltre, proponendo a listino la prima vettura bifuel della propria storia. Si tratta, nel dettaglio, della Renegade GPL, mossa dal medesimo 1.4 turbo benzina/GPL da 120 Cv e 215 Nm di coppia appannaggio della Fiat 500X Easypower. Un motore che porta in dote uno scatto da 0 a 100 km/h in 11 secondi e una velocità massima di 178 km/h. Prestazioni rese possibili da modifiche specifiche quali il rinforzo delle valvole e delle relative sedi oltre all’adattamento del sistema d’aspirazione.

Bombole da 38 litri

Jeep Renegade GPL, la prima volta del gas

L’impianto a GPL, montato direttamente in fabbrica, prevede bombole da 38 litri collocate sotto al bagagliaio. Disponibile esclusivamente in configurazione 2WD e forte di un’autonomia complessiva di 1.000 km, la Renegade GPL è ordinabile nell’allestimento Longitude a un prezzo lancio di 21.300 anziché 24.750 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sposta