a cura di Redazione Automobilismo - 22 ottobre 2019

Volvo XC40 Recharge: la prima elettrica svedese

Il compatto crossover svedese potrà fregiarsi di ben due motori elettrici, per una potenza complessiva di 408 CV e di una batteria da ben 78 kWh, per un’autonomia massima dichiarata di 400 km.

1/10

Il debutto ufficiale nelle concessionarie è previsto per l’inizio del 2020 ma già oggi veniamo a con conoscenza di tutti i dettagli di quella che sarà a pieno diritto la prima vettura elettrica del Marchio svedese. Stiamo parlando della nuova Volvo XC40 Recharge, la crossover a batteria di Goteborg, che rappresenta l’inizio ufficiale dell’avanzata elettrica del costruttore nord europeo. Identica a livello estetico alle sorelle spinte da motori benzina e diesel, la Volvo XC40 Recharge vanta sotto pelle un innovativo pianale che altro non è che una evoluzione di quello adottato per le “normali” XC40. Tale telaio nasce fin da subito con l’obiettivo di ospitare un pacco batteria e di sopperire alla mancanza del motore endotermico nella parte anteriore in caso di urti frontali.

408 CV e 660 Nm

A beneficiare di questa ristrutturazione non è stata però solo la sicurezza ma anche l’abitabilità a bordo e soprattutto la capacità di carico che in questa versione cresce di ben 30 litri grazie a un bagagliaio supplementare nella parte anteriore. A spingere poi la moderna crossover a elettroni ci pensano non uno ma ben due motori elettrici, uno posto sull’asse anteriore e uno su quello posteriore, capaci insieme di generare la bellezza di 408 CV di potenza massima e 660 Nm di coppia massima.

400 km di autonomia

Ad alimentarli è stata inserita sotto il pavimento in zona centrale una batteria da 78 kWh che può essere ricaricata fino all’80% in circa 40 minuti se si sfruttano le colonnine di ricarica ultra rapida. Batteria che, nonostante il peso della vettura non proprio contenuto (2150 kg), permetterà secondo la Casa svedese alla nuova XC40 Recharge di percorrere fino a 400 km di autonomia (Wltp), raggiungere una velocità massima di 180 km/h e di bruciare lo 0-100 km/h in soli 4,9 secondi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le utime Anteprime