Volkswagen V2X: per EuroNCAP è “cosa buona”

L’importanza della comunicazione fra veicoli e infrastrutture stradali ha spinto l’importante ente indipendente per la sicurezza delle auto a premiare la Casa di Wolfsburg.

1/4

Le verifiche e le prove che l’EuroNCAP, l’importante ente indipendente europeo, deve attuare su tutte le nuove auto per saggiarne i criteri di sicurezza attiva e passiva stanno crescendo sempre di più e stanno diventando sempre più importanti, specie da quando a bordo delle moderne vetture hanno iniziato ad affacciarsi gli avanzati sistemi di sicurezza e assistenza alla guida. Uno di questi ultimi sistemi è la tecnologia V2X (Vehicle-to-X) cioè la comunicazione che queste auto sono in grado di attuare sia nei confronti di altre auto che nei riguardi delle stesse infrastrutture che abbondano lungo le nostre strade. Ed è proprio questo sistema, adottato già da molte Case auto tra le quali la Volkswagen, che ha spinto l'ente europeo indipendente ad assegnare il premio Advanced alle case produttrici che introducono nuove tecnologie in grado di migliorare la sicurezza dei loro modelli.

Ma perché tra tutte è stata premiata proprio la Casa di Wolfsburg? Perché il so sistema V2X contiene al suo interno il Local Hazard Warning, un sistema per lo scambio di informazioni dell’auto con le altre vetture connesse e con le infrastrutture del traffico stradale in un raggio di 800 metri. Grazie alla comunicazione ITS-G5, un protocollo accessibile a tutti i costruttori in Europa, il sistema è in grado di avvisare, in tempo reale e in modo completamente indipendente dalla rete telefonica, le auto dotate di questo sistema dell’arrivo, per esempio, di un’ambulanza o del possibile incontro sulla carreggiata con un’auto in avaria. La tecnologia ha debuttato con la Golf 8 e la ID.3, ma sarà estesa ad altre vetture del Gruppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News