a cura di Redazione Automobilismo - 01 febbraio 2019

Volkswagen ID.R: caccia a un nuovo record?

Dopo la Pikes Peak e la collina di Goodwood la hyoercar elettrica di Wolfsburg ha messo nel mirino anche il ben più difficile Inferno Verde.
1/10
Che dire? Sembrerebbe che in Volkswagen non siano ancora sazi e soddisfatti ma vogliano nuovamente dimostrare tutte le strepitose capacità della loro supersportiva a batteria. Dopo aver conquistato, infatti, prima la Pikes Peak e poi la famosa collina di Goodwood ecco che la Volkswagen ID.R si appresta a sfidare anche il mitico Nurburgring Nordschleife, una impresa non certo facile perché qui i chilometri da percorrere sono più di 20 e le curve da cardiopalma da affrontare sono ben 75.
Nel mirino c'è quindi il primato per auto elettriche, attualmente in mano alla NIO EP9 con un tempo di soli 6 minuti 45 secondi e 90 centesimi. Naturalmente la supercar elettrica di Wolfsburg verrà preparata a dovere dal punto di vista di assetto e di aerodinamica così da adattarsi al meglio al nuovo e tortuoso tracciato. Alla guida vi sarà sempre, come già avvenuto per la Pikes Peak e Goodwood, il pilota Romain Dumas che non a caso ha già vinto per ben 4 volte la 24 Ore del Nurburgring. Infine, sotto l'aspetto meccanico non vi saranno differenze con i classici due propulsori elettrici da 500 kW (680 CV) di potenza e 650 Nm di coppia pronti a spingere i soli 1.100 kg di peso (pilota compreso) lungo l'iconico Inferno Verde.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News