Nuova Volkswagen ID. Life

Con ben due anni di anticipo rispetto a quanto inizialmente previsto, Volkswagen presenta per la prima volta sul mercato un modello della famiglia ID. nel segmento B. Il prezzo di ingresso dovrebbe aggirarsi tra i 20.000 e i 25.000 Euro...

1/13

Due anni prima di quanto previsto, Volkswagen vuole aggiungere alla sua gamma di vetture elettriche la nuova ID. Life. E' ancora una concept e si rivolge specificatamente a un pubblico giovane, dinamico, con una combinazione di materiali sostenibili e digitalizzazione. Il modello crossover a quattro porte, con un ampio portellone posteriore, una posizione di seduta rialzata e interni variabili, dovrebbe costare tra i 20.000 e i 25.000 euro come modello entry-level.

Con una lunghezza di 4,09 m, una larghezza di 1,85 m e un'altezza di 1,59 m, il modello più piccolo della famiglia ID gioca tutte le sue carte della modularità degli interni. La telecamera e il software di riconoscimento facciale decidono chi può entrare e chi no e l' abitacolo può essere trasformato in una piccola sala "cinema" o "gaming" durante il tempo di ricarica, ad esempio.

A tale scopo, uno schermo si dispiega di fronte al parabrezza in modo automatico viene ed i sedili possono essere posizionati in modalità lounge. Alla guida, telecamere e un display sostituiscono sia gli specchietti retrovisori esterni che quello interno.

Le funzioni di navigazione, comunicazione e infotainment e l'accesso online a tutti i dati del veicolo sono resi possibili dall'integrazione dello smartphone.

Con le sue proporzioni, la forma decisa e le linee squadrate ed essenziali, la ID. LIFE reinterpreta in maniera innovativa e orientata alla sostenibilità un modello crossover a quattro porte con ampio portellone, posizione del sedile rialzata e abitacolo sfruttabile in modo versatile. Il tetto amovibile in tessuto con camere d'aria consente inoltre un'esperienza di guida open-air.

Questo tipo di copertura la ritroviamo anche sul cofano anteriore.

Un meccanismo di ribaltamento variabile degli schienali dei sedili anteriori e posteriori consente di sfruttare il vano passeggeri in modo versatile. In base alle esigenze, è infatti possibile ampliare lo spazio di carico o aumentare il comfort per gli occupanti.

Il volume del bagagliaio della ID. LIFE è pari a 225 litri, a cui si aggiungono i 108 litri disponibili sotto il fondo. Ribaltando lo schienale dei sedili posteriori e del sedile del passeggero il volume del bagagliaio può infatti essere ampliato fino a raggiungere i 1.285 litri. È possibile sfruttare un ulteriore spazio di carico di 68 litri posto sotto la copertura in tessuto con camere d’aria nella zona anteriore della vettura.

Il tessuto con camere d'aria utilizzato per il tetto e la copertura del frontale è realizzato al 100% con bottiglie in PET riciclate.

Gli pneumatici della ID. LIFE sono composti anche da materie prime quali olio biologico, gomma naturale e lolla di riso. All'interno dell'abitacolo si alternano legno certificato dal FSC (Forest Stewardship Council) per le cornici della plancia e la zona dei sedili posteriori, finitura ArtVelours Eco per le superfici di seduta e i rivestimenti delle porte, e tessuto per i poggiatesta e i braccioli con tastiera.

Non solo, la vernice Rubber Paint è ottenuta da pneumatici dismessi.

Le due ruote anteriori della ID Life azionate da un motore elettrico da 172 kW (234 CV). Questo sistema, sviluppato appositamente per il segmento delle auto più piccole nel Gruppo VW, si basa sul Modular Electric Drive Toolkit (MEB).

L'ID Life ha così bisogno di appena 6,9 secondi per accelerare da zero a 100 km/h e la sua batteria da 57 kWh le consente un'autonomia di circa 400 chilometri secondo il ciclo di prova WLTP.

Entro il 2030, l'azienda mira ad aumentare la quota di modelli elettrici puri in Europa portandola almeno al 70% e in Nord America e Cina ad almeno al 50%.

1/13

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA