20 June 2022

Volkswagen ID. Buzz, al via la produzione ad Hannover

Volkswagen Veicoli Commerciali ha impiegato due anni per prepararsi alla produzione della ID.Buzz dopo la fine della produzione dell' Amarok. Lo stabilimento principale di Hannover è ora il terzo polo di produzione "ID" del Gruppo VW dopo gli stabilimenti di autovetture di Zwickau ed Emden...

1/28

Volkswagen Veicoli Commerciali ha impiegato due anni per prepararsi alla produzione della ID.Buzz dopo la fine della produzione dell' Amarok. Lo stabilimento principale di Hannover è ora il terzo polo di produzione "ID" del Gruppo VW dopo gli stabilimenti di autovetture di Zwickau ed Emden.

Tre diversi tipi di "Bulli" con vari tipi di trazione sono costruiti ad Hannover per lo più su un' unica catena di montaggio: il furgone T6.1 con motori a combustione, il T7 Multivan come ibrido plug-in ed il nuovissimo "E-Bulli".

I 4000 dipendenti sono stati appositamente formati in largo anticipo per il primo veicolo elettrico a batteria che uscirà dalle linee dello stabilimento di Hannover. Gli stabilimenti di Braunchweig, Kassel e Salzgitter forniscono, tra le altre cose, il gruppo batterie e gran parte dell' impianto elettrico dell' ID.Buzz.

Un nuovo impianto di assemblaggio è stato costruito a Barsinghausen, vicino ad Hannover, per la produzione dei due assali. Dal 2024, anche le batterie saranno prodotte direttamente presso la sede centrale.

L' arrivo sul mercato in europa è previsto per questo autunno ed attualmente il ritmo di produzione è di 45 unità ID.Buzz e 45 unità ID.Buzz Cargo al giorno. Entro la fine dell'anno, VW conta di raddoppiare la produzione a 180 unità complessive giornaliere ; Josef Baumert, Responsabile del consiglio di amministrazione per la produzione e la logistica, prevede che quest'anno verranno costruiti da 15.000 a 16.000 veicoli.

Nel 2023, dovrebbero salire a 50.000 - 60.000 unità, compresa la versione a passo lungo, destinata al suo mercato principale : gli USA. Più di 700 robot sono utilizzati nella costruzione della carrozzeria, tuttavia, Volkswagen Veicoli Commerciali con i suoi 8.000 dipendenti solo ad Hannover e nei siti di produzione limitrofi, non ha in mente alcun licenziamento derivato dell'avanzamento dell'automazione e della digitalizzazione: "Tutti i dipendenti saranno coinvolti nella trasformazione", assicura Baumert, "molti di loro assumeranno semplicemente nuove mansioni".

Le versioni europee dell’ID. Buzz e dell’ID. Buzz Cargo saranno disponibili con una batteria da 77 kWh (capacità energetica lorda: 82 kWh), che alimenta un motore elettrico da 150 kW che agisce sull’asse posteriore. La sua potenza di ricarica con corrente alternata (AC) è pari a 11 kW.

Collegando il veicolo ai connettori CCS delle colonnine per ricarica rapida a corrente continua (DC), la potenza di ricarica sale fino a 170 kW.

In questo caso, la carica della batteria viene portata dal 5 all’80% in circa 30 minuti. In linea con tutti i modelli della famiglia ID. Volkswagen, dal punto di vista tecnico anche l’ID. Buzz e l’ID. Buzz Cargo si basano sulla piattaforma elettrica modulare MEB della Casa.

La lunghezza complessiva è pari a 4.712 mm combinata a un passo relativamente lungo (2.988 mm). A seconda dell’equipaggiamento, l’altezza dell’ID. Buzz nelle due versioni si aggira fra i 1.937 mm e i 1.938 mm, includendo l’antenna sul tetto (altezza del T6.1: 1.985 mm).

La larghezza di 1.985 mm (retrovisori esclusi), valida per entrambi gli ID. Buzz, risulta invece maggiore di 81 mm rispetto a quella di un T6.1.

L’ID. Buzz raggiunge un valore cx di 0,285, mentre l’ID. Buzz Cargo di 0,29 a tutto vantaggio dell' aerodinamica e del consumo energetico.

Entrambe le versioni dell’ID. Buzz offrono uno spazio particolarmente generoso: gli accoglienti interni in stile lounge della versione van possono ospitare comodamente cinque persone con i rispettivi bagagli (capacità fino a 1.121 litri).

Oppure è possibile portare il volume di carico a 2.205 litri ribaltando la seconda fila di sedili. Sul medio periodo seguiranno inoltre una configurazione a sei e una a sette posti, oltre a una variante a passo lungo.

Sono invece i tre posti a sedere anteriori (in alternativa ai due) e una paratia fissa fra l’abitacolo e il vano di carico da 3,9 m3 a contraddistinguere la configurazione dell’ID. Buzz Cargo, che è in grado di alloggiare due europallet.

Il Digital Cockpit alloggiato davanti al conducente consta di un display con una diagonale di 5,3 pollici. Esattamente al centro del cruscotto trova poi posto il sistema di infotainment dall’ampio display touch.

Il sistema di navigazione di serie Ready 2 Discover presenta un touchscreen da 10 pollici, mentre la versione a richiesta Discover Pro vanta uno schermo da 12 pollici. Già nel modello base, il sistema di infotainment del van a cinque posti comprende i servizi online di We Connect, We Connect Plus e AppConnect (App-Connect Wireless) per l’integrazione dello smartphone e DAB+ (ricezione radio digitale).

Sia il Digital Cockpit che il sistema di infotainment sono collegati con la plancia solo nella parte inferiore. Il display del sistema di infotainment assume così l’aspetto di un tablet sospeso in posizione orizzontale.

1/28

Le ultime news video

© RIPRODUZIONE RISERVATA